Gennaro Gattuso, tecnico del Milan, ha rilasciato le seguenti dichiarazioni ai microfoni di Premium Sport al termine di Juventus-Milan, gara che i rossoneri hanno perso con il risultato di 3-1: Cuadrado e Douglas Costa ti fanno venire mal di testa, una partita simile alla gara di Londra, buona prestazione e risultato bugiardo. 

Sono arrabbiato con Calhanoglu perché ha perso il pallone e si ferma testa bassa, dobbiamo migliorare siamo lontani, ma siamo venuti qui a giocarcela. Scontro diretto? Dobbiamo recuperare energie, tre mesi fa era impensabile. Mancano nove partite, dobbiamo recuperare per mercoledì, poi vedremo.

André Silva? Mi ha soddisfatto. Fatto salire. Ha perso pochi palloni, oggi il problema non è l’attacco, decido quello che vedo in settimana. Non abbiamo la loro fisicità, abbiamo giocato in campo aperto un po’ di volte, con passaggi diversi poteva essere una gara diversa, siamo lontani, dalla Juve, a livello fisico.

Soddisfatti per aver giocato alla pari? Non mi interessa la soddisfazione, rimane il 3-1, la prestazione conta poco. Penso a far recuperare le energie e far arrivare i calciatori bene e poi vediamo chi vince. Cutrone che ha fatto? Nulla, in nazionale. Ho visto meglio André Silva e Kalinic. Un ragazzo per bene che si impegna.

Chiusura sulla traversa di Calhanoglu e il futuro: “La Juve è una squadra che pressa con organizzazione, in campo aperto abbiamo sbagliato e potevamo fare scelte migliori, nell’ultimo mese abbiamo sbagliato due partite a Londra e qui. Sono contento della squadra ma mi brucia. Deve bruciare a tutti, dobbiamo alzare l’asticella per questo sono arrabbiato”. A riportare è TuttoJuve.com.

CONDIVIDI
Classe 1998, studio Lettere Moderne. Da sempre dipendente dal calcio e dall'Inter.