#JuventusMilan 1-0 – La decide il solito Ronaldo: i bianconeri conquistano l’ottava Supercoppa Italiana

Fonte foto: Sky Sport

E’ della Juventus la rivincita della sfida di Doha del 2016: una rete di Cristiano Ronaldo batte il Milan e regala ai bianconeri l’ottava Supercoppa Italiana della loro storia. Tra i rossoneri espulso Kessie nella ripresa e tante proteste per un presunto mancato rigore ai danni di Conti.

Di seguito la sintesi integrale dell’incontro:

Parte bene il Milan, mostrando un atteggiamento molto grintoso e voglioso, ma la prima occasione da rete è per la Juventus, ed è di Douglas Costa: insiste Cancelo sulla destra che serve il brasiliano, il quale calcia a giro sul secondo palo con la palla che esce davvero di poco. Dopo tre minuti, al 7′, ci prova Dybala di testa, ma il pallone finisce alto. Sale il ritmo della Juve.
Che occasione per i bianconeri al 17′: uno due veloce tra Cancelo e Douglas Costa, il portoghese penetra in area e calcia sul secondo palo a incrociare, ma la palla finisce fuori. Inizio di gara davvero fantastico per l’ex terzino di Inter e Valencia, che sta attaccando molto sulla destra.

Duplice chance Milan al 24′: calcio d’angolo dalla sinistra battuto da Calhanoglu, esce a vuoto Szczesny con la sfera che finisce tra i piedi di Bakayoko che non riesce a calciare; sulla trequarti ci prova poi a giro Castillejo, ma senza successo.
Contropiede clamorosamente sprecato dalla Juventus al 31′: dopo un calcio d’angolo battuto dal Milan, i bianconeri ripartono con Douglas Costa e si ritrovano con un 3 vs 2 a campo aperto; riceve palla Ronaldo che apparecchia in mezzo trovando la deviazione di Zapata, sulla cui deviazione interviene Chiellini calciando alto.
Rete annullata alla Juventus al 34′: filtrante in area di Douglas Costa per Matuidi, il quale trova la rete, ma era in netta posizione di fuorigioco.

Juventus a un passo dal vantaggio al 43′: cross perfetto di Douglas Costa dalla sinistra, Cristiano Ronaldo calcia al volo in acrobazia con la palla che termina di pochissimo fuori. Risposta del Milan al 45′: dopo una carambola in area di rigore la palla giunge tra i piedi di Calhanoglu, il quale calcia di prima trovando la respinta di Szczesny che blocca in due tempi. Il primo tempo si chiude con il risultato di 0-0: decisamente più pericolosa la Juventus, più volte vicina alla rete, ma il Milan è ben messo tatticamente e tiene apertissima la gara.

La prima chance da rete della ripresa arriva al 47′ è del Milan, ed ha del clamoroso: ottima girata di Cutrone in area che col mancino sfodera un tiro che scheggia la traversa. Un po’ in difficoltà la Juventus in quest’inizio di secondo tempo, specie in uscita dove perde troppi palloni in modo ingenuo.
Ottimo spunto di Douglas Costa sulla sinistra, che serve Pjanic sulla trequarti, ma il bosniaco tira in modo sbilenco non trovando lo specchio della porta. Ancora Juve al 58′: ottimo cambio di gioco di Dybala verso Ronaldo, il quale si accentra e tira di destro, trovando la respinta di Donnarumma. Risponde il Milan due minuti dopo con Calhanoglu: destro insidioso del turco, palla che finisce di poco a lato.

Vantaggio Juventus al 61′: ottima verticalizzazione corta di Pjanic che centralmente trova il colpo di testa di Ronaldo che tutto solo batte Donnarumma. Altra rete annullata ai bianconeri: uno-due tra Dybala e Matuidi con l’argentino che poi trova la rete, ma il francese era in posizione di offside. Al 74′ l’episodio che forse condanna il Milan: intervento in ritardo di Kessie che entra con il piede a martello su Emre Can, con Banti che, dopo aver effettuato un on-field review, espelle il centrocampista ivoriano. Adesso la Juventus può amministrare senza patemi la sfida, facendo girare la palla quasi in totale libertà.

Occasione Milan all’87’: cross basso per Conti, il quale viene affrontato in scivolata in area di rigore da dietro da Emre Can, con l’arbitro che decide di non dare il rigore alla squadra di Gennaro Gattuso, con quest’ultimo visibilmente furioso. Juventus vicina al raddoppio al 91′: ottima ripartenza guidata da Ronaldo, il quale si mette in proprio e fa tutto da solo, centrando poi Donnarumma. La partita termina con il risultato di 1-0 a favore della Juventus.

Troppo forte la Juventus per il Milan, troppo superiore per poter rimontare lo svantaggio in inferiorità numerica. Impalpabile Castillejo, male in entrambe le fasi, così come Kessié, decisivo in negativo a causa dell’espulsione rimediata. Tra i bianconeri sugli scudi Ronaldo e Douglas Costa. Bene anche la difesa.

Ecco di seguito tabellino e pagelle del match:

Juventus (4-3-3): Szczesny 6; Cancelo 6.5, Bonucci 6.5, Chiellini 6.5, Alex Sandro 6; Bentancur 5.5 (85′ Khedira SV), Pjanic 6 (64′ Emre Can 6), Matuidi 6.5; Dybala 5.5, Ronaldo 7, Douglas Costa 6.5 (90′ Bernardeschi SV). All. Massimiliano Allegri 6

Panchina: Perin, Pinsoglio, Rugani, Benatia, De Sciglio, Spinazzola, Emre Can, Khedira, Bernardeschi, Kean.

Milan (4-3-3): G. Donnarumma 6; Calabria 5.5, Zapata 6.5, Romagnoli 5.5, Rodriguez 5.5; Kessie 4.5, Bakayoko 6, Paquetà 6 (70′ Borini 5.5); Castillejo 5 (70′ Higuain 6), Cutrone 5.5 (78′ Conti 6), Calhanoglu 5.5. All. Gennaro Gattuso 6

Panchina: Reina, A. Donnarumma, Musacchio, Simic, Strinic, Conti, Mauri, Bertolacci, Montolivo, Borini, Higuain.

Arbitro: Luca Banti (Sez. Livorno)

Marcatori: Ronaldo (J)
Ammoniti: Calhanoglu (M), Alex Sandro (J), Pjanic (J), Castillejo (M), Calabria (M), Rodriguez (M), Dybala (J)
Espulsi: Kessie
Note: Recupero – 2′ (PT), 4′ (ST); Possesso – Juventus 62% – Milan 38%.

TOP90esimo: Ronaldo 7 – E’ stato preso per questo: decidere le finali. Lo ha fatto, al primo tentativo verso la porta avversaria, alla prima vera palla gol. Decisivo.

FLOP90esimo: Kessie 4.5 – Impreciso in fase di palleggio, mancano le sue solite costanti incursioni. Come ciliegina sulla torta, un’ingenua espulsione che ammazza i suoi e chiude la sfida.

CONDIVIDI
Classe 1998, studio Lettere Moderne. Da sempre dipendente dal calcio e dall'Inter.