#JuventusGenoa, Juric: “I moduli contano poco, giocheremo in velocità”

Juric

In vista dell’insidiosa trasferta dello Juventus Stadium di domani, il tecnico del Genoa Ivan Juric, alla prima uscita stagionale dopo essere subentrato a Davide Ballardini, esonerato la scorsa settimana dal presidente Preziosi, ha parlato in conferenza stampa del ciclo di match che attende i rossoblu, inaugurato dal match contro i bianconeri: “La Juve è una squadra forte non solo in Italia ma in Europa. Penso stia un giocando un calcio bello, una squadra forte e in un gran momento”.

L’ex Crotone non si sbilancia riguardo l’assetto tattico che adotteranno gli undici rossoblu, a 12 punti conquistati in 7 partite: “Secondo me i moduli contano poco. Conta il modo come si vede il gioco in campo. Cercheremo di portare in campo quello che penso. Ho tanti attaccanti che penso siano bravi.”

Su Lisandro Lopez, ancora ai box: “Lui aveva problemi anche prima che arrivassi io, ha iniziato ad allenarsi per la prima volta con me. Non è facile giudicare, la prossima settimana voglio fare un’amichevole per valutare chi non gioca da tanto. Può essere anche un giocatore importante.”

Dopo il doppio esonero dello scorso anno, per Juric è la terza avventura alla guida del Genoa: “Ho l’idea di dove voglio arrivare. Secondo me bisogna andare gradualmente. Devo dire che ho trovato grande disponibilità al lavoro, si può lavorare bene e questo mi soddisfa. Vedo la disponibilità dei giocatori e l’atteggiamento giusto. Penso si giocherà più in velocità e altre cose poi ci sono tante squadre che giocano molto palla a terra come Chelsea, City o Sassuolo da noi.”






CONDIVIDI
Guardo e studio il calcio da 20 anni con gli occhi di un bambino che vede Ronaldinho in azione per la prima volta.