La partita tra Juventus e Crotone, valida per la 37^ e penultima giornata di Serie A, è terminata sul risultato di 3-0: decisivi i gol di Mandzukic al 12′, di Dybala su punizione al 39′ e di Alex Sandro all’84’.

I padroni di casa, ai quali serve una vittoria per vincere il campionato, partono subito forte, cercando di archiviare la pratica Crotone al più presto, ma trovano l’opposizione dei calabresi, che difendono bassi ed ordinati. Al 6′ arriva la prima occasione del match, con Pjanic che sfiora la traversa con una punizione da 30 metri. La gara si sblocca al 12′: Cuadrado scende lungo la fascia destra e mette in area un pallone profondo e tagliato, Higuain sul primo palo non riesce ad intervenire a causa della marcatura di Ceccherini ma sul secondo palo arriva Mandzukic, che, dopo essere sbucato dietro a Rosi, insacca da due passi. La squadra di Allegri, dopo esser passata in vantaggio, si limita a soffocare le iniziative avversarie ed a controllare l’incontro, scatenando l’ira di Allegri, che vorrebbe il secondo gol. Secondo gol che arriva al 39′, quando Dybala realizza un calcio di punizione concesso per un fallo ingenuo di Ceccherini su Cuadrado. Nel finale di tempo il Crotone ha la chance per riaprire la gara, ma il tiro deviato di Falcinelli dal limite termina ad un metro dal palo.

La ripresa inizia col botto: dopo uno scambio tra Higuain e Dybala, Cuadrado, ben servito dalla Joya, si presenta a tu per tu con Cordaz, che è bravo a parare d’istinto la conclusione ravvicinata del colombiano. Al 50′ è ancora la Juventus a sfiorare la rete, con Mandzukic che calcia alto da centro area dopo un bello stop di petto. La partita resta in mano ai bianconeri, che addormentano il gioco, ma i calabresi sono bravi, pur non rendendosi quasi mai pericolosi, a tenerla aperta fino all’84’, quando Alex Sandro chiude definitivamente i conti segnando di testa su corner di Dybala. Al triplice fischio di Mazzoleni parte così la festa bianconera: la Juventus si aggiudica così il sesto Scudetto consecutivo grazie al vantaggio di 4 punti sulla Roma, mentre il Crotone resta appeso al sogno salvezza grazie alla sconfitta dell’Empoli con l’Atalanta.

JUVENTUS (4-2-3-1): Buffon 6; Dani Alves 6,5, Bonucci 7, Benatia 6,5; Alex Sandro 7; Pjanic 6 (dall’84’ Rincon), Marchisio 6,5 (dal 74′ Lemina 6); Cuadrado 7 (dal 70′ Barzagli 6), Dybala 7,5, Mandzukic 7; Higuain 6,5. A disp.: Neto, Audero, Mattiello, Chiellini, Lichtsteiner, Asamoah, Khedira, Sturaro, Kean. All. Allegri

CROTONE (4-4-2): Cordaz 6; Rosi 5,5 (dal 34′ Sampirisi 6), Ferrari 6,5, Ceccherini 5,5, Martella 6; Rohden 5,5 (dal 78′ Acosty s.v.), Barberis 6,5, Crisetig 6, Nalini 6; Falcinelli 6,5, Tonev 6 (dal 56′ Simy 6). A disp.: Festa, Viscovo, Mesbah, Claiton, Dussenne, Suljic, Capezzi, Kotnik, Trotta. All. Nicola

ARBITRO: Mazzoleni di Bergamo

MARCATORI: Mandzukic al 12′, Dybala al 39′, Alex Sandro all’84’

AMMONITI: Martella al 76′, Dani Alves all’89’

ESPULSI: –

NOTE: due minuti di recupero nel primo tempo, tre minuti nel secondo tempo.

TOP NOVANTESIMO: Dybala 7,5 Solita partita della Joya, che incanta e giostra il gioco sulla trequarti e si rivela decisivo segnando il gol, che chiude la gara e facendo l’assist per il tris di Alex Sandro

FLOP NOVANTESIMO: Rosi 5,5 Forse condizionato dalle precarie condizioni fisiche dopo il colpo subito da Higuain, si perde Mandzukic sul gol che dà avvio al successo bianconero

CONDIVIDI
Ragazzo del '99, amo il calcio, argomento di cui parlerei tutto il giorno se fosse possibile. Diplomato al Liceo Linguistico, attualmente studio Economia e Management ed il mio sogno, dopo aver viaggiato qualche anno all'estero, sarebbe lavorare e vivere quotidianamente nel mondo del pallone.

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008