Tornato alla base dopo una lunga serie di prestiti, l’ultimo dei quali all’Atalanta dove ha trovato grandi fortune e la maglia della Nazionale, Leonardo Spinazzola è pronto a giocarsi le sue carte con la maglia della Juventus, sebbene attualmente sia fermo ai box per un grave infortunio.

L’ex esterno bergamasco si è presentato in sala stampa nella consueta conferenza di presentazione, partendo dalle sue condizioni fisiche: “Le mie condizioni sono positive. Ho iniziato a correre una settimana fa. Ho fatto la visita da Mariani giovedì. Ora serve tanta pazienza, aspettiamo”.

Che effetto le fa essere presentato da Cristiano Ronaldo: “Già felice di vedevi in tanti… stare qui per me è un sogno. Ho aspettato tanto e adesso sono felice”.

Ancora sul percorso Atalanta-Juve: “Lo scorso anno ho provato. L’Atalanta mi ha chiesto di restare. Ringrazio la società e Gasperini, sono stati due anni bellissimi. Ringrazio la Juventus, che in questi sei anni mi ha aspettato”.

Quanto dovrà aspettare la Juve: “Almeno fino a metà ottobre, anche novembre. Quando sarà ora comincerò ad allenarmi”.

Differenze con il passato? “La differenza è Cristiano Ronaldo. Sei anni fa era impensabile pensare all’arrivo di un giocatore così. Oggi la Juve è un top club, tra i primi nel mondo”.

Pensato di non tornare più? “I primi anni ho fatto fatica a giocare. Da quando mi hanno spostato di ruolo ho avuto più spazio”.

Sul ruolo? “Mi trovo molto meglio a sinistra. Da terzino destro non ho mai giocato. Sarò comunque felice di giocare a destra, se mi sarà chiesto”.

Su Allegri: “Ho già fatto il ritiro di un mese quattro anni fa. Anche i compagni di Nazionale”.

Accostato al Borussia? “La mia idea è sempre stata quella di venire alla Juve”.

Sul numero. “Ho scelto il 37, a Bergamo mi ha portato bene. Poi il 7 è il mio numero preferito. Dai, l’ho lasciato a Ronaldo… (sorride, ndr). E poi mi piace anche il 3”.

Sulle seconde squadre: “Penso che sia una grande cosa. Lavorare nel mondo Juve è importante per essere osservato. Uscendo dalla Primavera si gioca con avversari più grandi”. A riportare è Tuttomercatoweb.

CONDIVIDI
Classe 1998, studio Lettere Moderne. Da sempre dipendente dal calcio e dall'Inter.

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008