Juventus, Rabiot si presenta: “Qui per dare il mio contributo. UCL? Ci vuole tempo”

rabiot
Milan scatenato sul mercato: avviati i contatti anche per il centrocampista francese

E’ tempo di presentazioni per Adrien Rabiot, neo centrocampista della Juventus. L’ ex PSG ha rilasciato le prime dichiarazioni da giocatore bianconero nella sala conferenze dell’ Allianz Stadium, riprese da TMW.com:

JUVENTUS – “Ci sono stati molti contatti prima con Juventus, ma era un altro periodo e un’altra situazione per me. Adesso, secondo me, è il momento giusto: eccomi!”.

BUFFON – “L’anno scorso mi ha dato molti consigli e mi ha parlato molto della Juve. Secondo me era la persona giusta per darmi consigli. E’ una persona importante per me anche a livello personale, ha avuto un ruolo nella mia decisione”.

ESPERIENZA ALL’ ESTERO – “Non cambierà nulla. Lavorerò duro per il bene mio e del club”.

SARRI – “No, non ho avuto ancora occasione. Ma le persone che ho incontrato finora in Juventus mi hanno fatto tutte una buona impressione. Secondo me lui rispecchia la società, visto che lo ha scelto. Sono a sua disposizione”.

POSIZIONE E NUMERO – “Sicuramente centrocampista a sinistra, sia a tre ma anche a due. Però sono disponibile e mi adatto alle esigenze della squadra. Se siamo in tre quella è la mia posizione preferita. Ho scelto il numero 25”.

MESI COMPLICATI – “Sì, può succedere. Oggi però è chiuso quel momento e sono sicuro che sarà una bella nuova avventura. Avrei preferito si chiudesse meglio la fase precedente, ma purtroppo non dipendeva solo da me”.

LEONARDO – “Ha preso contatti con il mio agente. Voleva capire, ma non c’è stato un’offerta”.

NAZIONALE – “La mia decisione è stata quella di non andare. Sicuramente resto disponibile per il ct”.

TEMPISTICHE DELL’ ACCORDO CON LA JUVE – “Poco tempo fa. Tutto molto rapido, non abbiamo avuto grossi problemi nel trovare l’accordo. Spero di poter portare anche il mio contributo nella storia di questo club”.

MATUIDI – “Blaise è stato un mio compagno per tanti anni, ci intendiamo alla perfezione. So che ci sono tanti giocatori anche nel mio ruolo, meglio così. Non cambia nulla nell’affetto per Matuidi. Poi quando si parla di campo è diverso”

CHAMPIONS LEAGUE – “Sicuramente è un gradino sopra al PSG, questo mi ha ispirato molto”

LA MADRE-AGENTE – “Lei è il mio agente, normale che mi aiuti. Poi il rapporto mamma-figlio è un’altra cosa. Stando sul lavoro, mi aiuta molto e ovvio che pesi molto il suo parere”

BUFFON – “Mi ha detto un sacco di cose interessanti, soprattutto che se volevo andare oltre nella mia carriera poteva essere la cosa giusta fare un paio di stagioni alla Juventus. Io lo ascolto molto perché ha una grande esperienza. Alcune cose che mi ha detto mi hanno fatto riflettere”.

ANCORA SULLA CHAMPIONS LEAGUE – “Vista la stagione che ho avuto nel PSG difficile rispondere a questa domanda, io ho lavorato molto lì e devo dire che la Champions non arriva subito, ci vuole tempo. Io sono qua per aiutare il club per raggiungere i propri obiettivi. Bisogna restare concentrati, ma non solo su quello: bisogna vivere la stagione man mano”.

L’ INCIDENZA DI RONALDO – “Ho avuto sicuramente la possibilità di crescere giocando con dei grandi campioni. Ronaldo è un granissimo campione, ce ne sono anche altri. Ovvio che ha avuto un peso nella mia decisione. Lo spogliatoio è molto positivo nelle relazioni, si trovano bene tra loro e questo è importante per me”.

MARCHISIO E RAMSEY – “Ho visto Ramsey, ma stavo facendo le visite e lui stava lavorando per cui non abbiamo avuto occasione di parlare molto. Ci siamo giusto salutati”.

“Merci, grazie a tutti” è il saluto finale del centrocampista.

CONDIVIDI
Vice Direttore Radio Frequenza Rossonerazzurra, Redattore Novantesimo.Com, Ex Direttore "L' Inter Siamo Noi"

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008