Pierpaolo Marino è sicuramente all’interno dello scenario calcistico italiano uno dei dirigenti più esperti ed affidabili, dopo aver lavorato in questi anni per svariat club che hanno militato in Serie A (Napoli e Atalanta gli ultimi club per cui ha lavorato).

Nell’edizione odierna di Tuttosport, è stata pubblicata un’intervista rilasciata dall’ex dirigente atalantino, durante la quale ha detto la sua sulle operazioni di mercato fino ad ora svolte dal suo collega Beppe Marotta: “I tifosi della Juventus delusi? Per certi versi è comprensibile, ma non giustificabile. Marotta sta facendo un mercato scientifico, non emotivo. E’ logico che l’impatto umorale sia differente rispetto all’anno scorso, ma è difficile trovare giocatori per migliorare questa Juventus e, sinceramente, mi piace moltissimo Douglas Costa, uno che farà la differenza, dando un apporto tecnico notevolissimo. La Juventus negli ultimi anni ha sempre avuto la difesa migliore, ora punta ad avere l’attacco più forte: un bel segnale anche in chiave Champions dove servono giocatori che abbiamo cambio di passo, gente di gamba e tecnica in gardo di spaccare le partite. Ci sarà da divertirsi con la Juve. L’impatto della cessione di Bonucci non sarà enorme se, come credo, la difesa bianconera passerà “a quattro”. Intendiamoci: non si può discutere il valore assoluto di Bonucci e tutto quello che ha dato alla Juventus negli ultimi sei anni, tuttavia nelle difese a quattro lui non dà il meglio di sé e credo che questa valutazione tattica sia stata considerata al momento della cessione”.

Marino ha poi parlato del mercato e delle aspetattive per la prossima stagione delle big di A e del caso Neymar: “Credo che il primo sulla lista sia Matuidi. D’altronde lo volevano già l’anno scorso. Andre Gomes? Personalmente preferisco Matuidi. E’ vero, André Gomes è più giovane, ma ho qualche dubbio sul suo passo: nel nostro campionato potrebbe soffrire molto. Mi ricorda un po’ l’Allegri giocatore: tecnica eccellente, ma passo un po.’.. cadenzato (ride). Scherzi a parte, l’Allegri giocatore l’ho avuto a Napoli e fece una grande stagione. Caso Neymar avrà conseguenze? Che i 220 milioni della clausola drogheranno ancora di più il mercato che era già drogato di suo. Adesso sarà normale chiedere 100 milioni per un giocatore “normale”. Valutazioni folli come quelle che ho sentito per Griezman o Coutinho sono il primo sintomo. Il Barcellona ha intascato una super clausola, ma ha abbassato il suo potere di acquisto. E’ una vecchia legge: quando il mercato vede le casse piene ha sempre voglia di svuotarle. Dybala al Barcellona? Non credo, la Juve se lo tiene stretto. Chi è l’anti Juventus? Il Napolimi sembra molto forte. Non ha perso i pezzi, ne ha aggiunti di interessanti come Ounas, che mi ha impressionato, e Mario Rui, si godrà la crescita dei centrocampisti acquistati l’anno scorso e un Milik completamente recuperato. E’ decisamente più forte di chi ha cambiato molto e pagherà il prezzo per questo. L’Inter ha la garanzia Spalletti, il Milan deve completare il mercato con l’attaccante e la Roma ha cambiato tutto, anche il direttore generale, quindi soffrirà un po’ all’inizio. Al di là dello scudetto, tuttavia, credo che sarà cruciale la conquista della Champions. Una di queste cinque starà fuori e per come sono messe inciderà come una retrocessione a livello economico. Sarà una lotta micidiale e renderà il campionato molto interessante”.

CONDIVIDI

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008