Juventus, Higuain: “Non c’è posto migliore di questo, fiero della mia scelta. Vogliamo vincere tutto”

Regna ancora l’euforia e la gioia in casa Juventus dopo l’importante successo per 2-1 ottenuto a Wembley contro il Tottenham di martedì, vittoria che ha permesso ai bianconeri di accedere ai quarti di finale di Champions League.

Eroe della gara contro gli inglesi è stato Gonzalo Higuain, autore di un gol e un assist, il quale si è raccontato ai microfoni di Marca soffermandosi in particolare sul suddetto match: “Questa squadra ha cuore e per questo non incrociamo mai le braccia. Mai. E i risultati si vedono”. 

La rabbia dopo il gol col Tottenham?
“No, era solo un momento complicato, eravamo virtualmente eliminati e avevamo bisogno di qualcosa del genere. Era il gol che ci avrebbe rimesso in gioco, per questo ho esultato così”. 

Polemica verso qualcuno?
“No, sono nel calcio da molti anni e non mi dà fastidio quello che viene detto. Le critiche distruttive mi entrano da un orecchio e mi escono dall’altro. Quello costruttive invece le ascolto. Non faccio troppo caso neanche ai complimenti. La mia idea è sempre stata quella di lavorare in silenzio. Sono in Europa da 12 anni, per questo sono abituato e non mi interessano le critiche eccessive”. 

Come si spiega il successo contro il Tottenham?
“Anima, carattere e soprattutto cuore. Crediamo nella squadra, tutti siamo importanti e quando le cose vanno male ecco che viene fuori la squadra. Questo è ciò che è successo contro il Tottenham. Stavamo perdendo, ma la Juve non si arrende mai.

E infatti siamo ancora in corsa su tre competizioni con l’ambizione di vincerle tutte. Questa è la Juve. La chiave è la competizione e l’ambizione di vincere sempre, non dobbiamo mai dimenticarci il simbolo che portiamo sul petto”.

La mia situazione?
Sono felice di rendere indietro alla Juve ciò che mi sta dando. Mi trattano tutti in maniera meravigliosa e per questo sono felice di tutti i successi della squadra. Non potrei essere in un posto migliore di questo”. 

Dybala?
“Piano piano sta migliorando. Abbiamo bisogno che sia al top, sta crescendo dopo l’infortunio e ora è solo questione di tempo. Ha grande qualità”. 

I quarti di Champions?
“Non possiamo fare niente, influire sul sorteggio in alcun problema. Quindi non resta altro che aspettare. Qualunque rivale sarà complicato, ma lo saremo anche noi per la nostra avversaria”. 

Obiettivi?
“Vogliamo vincere le tre competizioni in cui siamo in corsa. Intanto è stato importante aver eliminato il Tottenham in Champions. Ora continueremo ad andare avanti passo dopo passo”.

Sul Mondiale?
“Sono felice di tornare in Nazionale. Ora ci aspettano due partite importante in vista del Mondiale. Siamo umili, ma vogliamo vincere tutto. Anche se per ora penseremo solo alle due amichevoli”. A riportare è TuttoJuve.com.

CONDIVIDI
Classe 1998, studio Lettere Moderne. Napoletano di nascita ma fedele e viscerale interista dall'infanzia. La profonda passione per il calcio è una costante della mia vita. Amo la scrittura e le lingue straniere, in particolar modo lo spagnolo e il francese.