John Elkann, presidente della EXOR, intercettato nel corso di un forum nella redazione di Panorama, ha rilasciato le seguenti dichiarazioni sulla questione biglietti-‘Ndrangheta, caso che tiene banco in casa Juventus da diverse settimane: “Io sono fiducioso delle istituzioni, convinto della validità di quello che è stato fatto dalla Juventus e dalla sua dirigenza, assolutamente allineato con mio cugino Andrea Agnelli. È brutto sentire certe accuse ma è anche vero che siamo abituati ad essere sotto accusa: è l’altra faccia della medaglia per chi è vincente.

Sono legato alla città. A Torino ho vissuto metà della mia vita, qui vivo adesso e qui studiano i miei figli. È una città meravigliosa, dove si vive bene. È anche una città timida, che non valorizza tutto quello che ha. Ma le persone che ci vengono a trovare e che vengono a stare a Torino da altre parti del mondo, si trovano molto bene. Quando il capo designer della Bmw, un americano che lavorò anche con la Fiat, decise di ritirarsi, scelse proprio il Piemonte come destinazione finale”. A riportare è Calciomercato.com.

CONDIVIDI
Classe 1998, studio Lettere Moderne. Da sempre dipendente dal calcio e dall'Inter.

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008