Dopo una settimana esatta dal big-match Inter-Juventus le polemiche sulle decisioni arbitrali non accennano a placarsi. Lo stesso dicasi per l’utilizzo del VAR, altro oggetto di forte discussione negli studi televisivi e non.

L’utile strumento tecnologico, introdotto quest’anno anche in Serie A, è palesemente indispensabile per gli arbitri, motivo per il quale l’ipotesi di vederlo anche in Champions League pian piano diventa più concreta. I recenti avvenimenti avvenuti a discapito di Roma e Bayern Monaco hanno fatto crescere ancor di più questa necessità.

In merito si è espresso anche Douglas Costa, intervistato da La Gazzetta dello Sport. Il brasiliano della Juventus ha rilasciato le seguenti dichiarazioni: Il VAR dovrebbe esserci in tutti i campionati e siccome la Champions è la competizione più importante del mondo a maggior ragione dovrebbero curare di più questi dettagli, indipendentemente da chi ne beneficia o no. Polemiche arbitrali? Più che sorpreso sono abituato, perché le stesse cose succedono anche in Brasile: anche lì si va avanti a discutere per giorni e giorni. E in altri paesi funziona così. Io preferisco star lontano dalle polemiche. Se sei un tifoso è un conto, ma un calciatore deve ragionare in altro modo: l’arbitro è un essere umano che può commettere degli errori, se io protesto o mi lamento il risultato non cambia. L’unica cosa su cui devo concentrarmi è il campo”.

CONDIVIDI
Ho 22 anni e nella vita studio, per l'esattezza frequento la facoltà di Culture digitali e della Comunicazione alla Federico II di Napoli. Sogno di vivere un giorno grazie al giornalismo sportivo. Amo la musica e suono la chitarra da circa dieci anni. Redattore anche di IamNaples.it