Dani Alves è subito diventato uno degli uomini simbolo della Juventus, soprattutto grazie alle sue straordinarie prestazioni in Champions League. L’ex terzino del Barcellona ha parlato in conferenza stampa insieme a Buffon e Max Allegri della finale di domani. Queste le sue parole: “Buon pomeriggio intanto. E’ una cosa speciale vivere questo giorno, disputare di nuovo una finale in cui tutto il mondo ti guarda. Siamo dei privilegiati e dobbiamo approfittare di questo momento e cercare di rendere speciale questa notte”.

Più responsabilità viste le vittorie in Europa? “Non sono più importante, è un momento da vivere e che entra nella tua storia. Devi cercare di scrivere in ogni momento pagine nuove, la vita mi ha portato qui in questa squadra per cercare di rivivere un sogno. Siamo qui per cercare di dividere questo sogno con i miei compagni. Non credo che cambierebbe molto nella carriera di Gigi vincerla, però per realizzare questo sogno dobbiamo fare quel qualcosa di più“.

Cosa consigli ai tuoi compagni? “Consiglio ai miei compagni di dormire bene la notte prima. Non posso insegnare niente, sono un eterno apprendista, imparo anche io da loro tutti i giorni e questa è la forza del nostro gruppo”.

Vincendo domani se resti l’unico ad aver vinto 3 triplete di fila. “Io penso che devi lavorare tutto il giorno per cercare di riscrivere una nuova storia. Il nostro obiettivo è più grande di questo, non vivo pensando a me stesso penso a cosa e chi ho intorno. E’ importante che la squadra vinca non quello che posso avere io“.

Hai sempre vinto col Real Madrid. “Era la storia col Barcellona. È importante ma non si gioca Dani Alves contro il Real, è Juve-Real. Sono 20 anni che la juve non vince la Champions. Senza paura nei confronti della storia del Real, cosi dobbiamo giocare”.

Cosa hai dato come carattere a questa squadra. “Noi non siamo vecchi, siamo giovani. È il momento di affrontare la vita con allegria, con la passione. Non bisogna giocare con ansia, è una gara speciale e dobbiamo giocare cosi. Seguiamo la nostra linea e non ci sarà altro da fare. E’ il coronamento di un anno come squadra“.

CONDIVIDI

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008