Mancano due giorni all’attesissima finale di Champions League tra Juventus e Real Madrid. Tra i protagonisti del match ci sarà sicuramente il terzino bianconero Dani Alves, in gran forma nelle ultime settimane. Proprio il brasiliano ha parlato della finale di Cardiff e di altre cose in una lettera al noto portale Player’s Tribune. Queste le sue parole, riportate da Calciomercato.com:

DYBALA COME MESSI – “A volte credo che la vita è come un cerchio. Non posso liberarmi di questi argentini. Al Bercellona avevo Messi e ora alla Juve ho Dybala. Ma i geni mi seguono ovunque. Un giorno in allenamento ho visto in Dybala ciò che avevo visto in Messi. Non solo talento puro, ma talento abbinato ad una voglia di conquistare il mondo”.

L’APPRODO ALLA JUVE – “Quando sono arrivato alla Juve quest’anno fu come se fossi andato via da casa. Quando sono arrivato a Torino è stato come tornare a scuola. Ho sempre amato attaccare per tutta la mia vita. E invece ora sto in un posto in cui si guarda soprattutto a difendere. All’inizio ho voluto far vedere che rispettavo la loro filosofia e la loro storia. Poi ho provato a far vedere cosa sapevo fare e li ho convinti”.

LA FINALE  – “Al Barcellona giocavo a memoria. Alla Juventus è differente. La nostra mentalità collettiva ci ha portato fino alla finale di Champions. Quando sarà il momento della gara, semplicemente dovremo trovare un modo per vincere. Vincere non è solo un obiettivo, è un’ossessione, non ci sono scuse. Come sempre, studierò Cristiano Ronaldo come se fosse un’ossessione”.


Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008