Battendo per 2-1 il Monaco ieri sera grazie alle reti di Mandzukic e Dani Alves, la Juventus si è assicurata la seconda finale di Champions League in 3 anni.

Giovanni Cobolli Gigli, presidente bianconero dal 2006 al 2010, ha commentato così il risultato raggiunto dalla Vecchia Signora ai microfoni di Tuttomercatoweb:

“Adesso parlo da semplice tifoso bianconero e sono davvero felice per questo risultato. La Juventus s’è confermata una delle superpotenze a livello europeo, il Monaco era un avversario temibile e l’ha dimostrato nei primi 15′ di gioco. La squadra bianconera è stata sottotono all’inizio, l’ha detto anche Buffon e le sue critiche mi piacciono tantissimo. Nonostante la Juve sia una big, Gigi da vero capitano riesce ad analizzare anche le cose negative e le situazioni in cui bisogna migliorare. Riesce a fare critiche e analisi sempre molto lucide, ho poco da aggiungere alle parole del portiere”.

Il risultato, però, è stato portato a casa. “Assolutamente, la Juve s’è ben comportata. Sono arrivati i gol, quello di Dani Alves è stato impressionante. L’esterno ex Barcellona s’è confermato un acquisto di spessore, complimenti a chi l’ha preso e mi riferisco a Marotta, Paratici, Agnelli e al resto della dirigenza. Ma complimenti anche ad Allegri che l’ha fatto rendere al massimo, abbiamo trovato un grande campione che ha risolto tanti problemi”.

Parlando di critiche, c’è stata anche quella di Bonucci in occasione del gol subito. “E’ stata una disattenzione, Leonardo ha parlato di disattenzione e ha invitato i compagni a non commettere simili errori in futuro. Tra l’altro s’è notata una certa cattiveria agonistica di Glik, visti i trascorsi al Torino, sul nostro Higuain. Detto ciò, la Juve ha già voltato pagina e pensa alla gara di campionato”.

Campionato che domenica può essere vinto aritmeticamente. “La Juve ha le qualità per andare a Roma e fare la propria gara, ma i giallorossi stanno giocando bene e vogliono consolidare il secondo posto. Io sono un pessimista cronico, ma credo che lo scudetto sia davvero conquistato. Serve una vittoria nel giro dei prossimi tre turni, casomai non dovesse arrivare nel prossimo weekend ci saranno altre occasioni per vincere il sesto tricolore di fila. Ragionando sempre da tifoso, a Roma può andare bene anche un pareggio (ride, ndr)”.

Intanto la mente, anche se inconsciamente, potrebbe essere proietta a Cardiff.Mai dire mai, ma il Real Madrid sembra essere la prossima avversaria della Juventus. Sarà una gara tosta, quindi bisognerà vedere tanti filmati su Ronaldo per provare a fermarlo. Il portoghese, ovviamente, sarà il pericolo principale per i bianconeri”.

CONDIVIDI
Ragazzo del '99, amo il calcio, argomento di cui parlerei tutto il giorno se fosse possibile. Diplomato al Liceo Linguistico, attualmente studio Economia e Management ed il mio sogno, dopo aver viaggiato qualche anno all'estero, sarebbe lavorare e vivere quotidianamente nel mondo del pallone.

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008