Domani giornata importante in casa Juventus: si riapre, infatti, il processo per quanto riguarda il caso biglietti e le infiltrazioni della ‘ndrangheta.

In aula saranno presenti come imputati il presidente Andrea Agnelli, l’addetto alla sicurezza D’Angelo, il responsabile della biglietteria Marulla e l’ex capo del settore commerciale Calvo.

Si riparte da un’accusa molto grave: la società torinese per cinque stagioni avrebbe riservato migliaia di biglietti a partita ad un gruppo ultrà che li ha sfruttati per un’attività di bagarinaggio, violando così l’articolo 12 ovvero quello relativo al rapporto tra società e tifosi.

Il procuratore Giuseppe Pecoraro, autore del deferimento alla dirigenza bianconera, potrebbe dare il via al patteggiamento o un’anno e mezzo di inibizione per tutti.  
APRI un CONTO con bet365 e RICEVI IL SUPERBONUS che RADDOPPIA le giocate.

CONDIVIDI
Classe 1994, studia Scienze Politiche e Relazioni Internazionali. Sabino di nascita e napoletano di adozione, coltivo la passione per il calcio e per la scrittura tanto da analizzare tutto ciò che ruota intorno a tale sport. Obiettivi futuri? Descrivere un calcio che unisce e da speranza a tutte le persone, senza differenze tra colori e categorie.

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008