Continua a tener banco in casa Juventus la questione relativa ai biglietti e ai presunti legami tra il presidente Andrea Agnelli e le organizzazioni a stampo mafioso. A tal proposito ai microfoni di Radio Capital è intervenuto Raffaele Cantone, presidemte dell’Autorità nazionale anticorruzione, in difesa del club bianconero:

Non mi piace l’idea della caccia alle streghe alla Juve. Io stesso scrissi un libro sulle infiltrazioni nella curva del Napoli. Non mi piace l’idea di dire adesso che il problema del Paese sono diventate le curve della Juve”.
Aggiungendo sulla famiglia Agnelli “che storicamente ha rappresentato il meglio del Paese”.

CONDIVIDI

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008