Juventus, Bonucci: “Vorrei cancellare Cardiff, futuro? Diventare allenatore di una grande squadra”

bonucci
Ora è ufficiale: Leonardo Bonucci è nuovamente un calciatore della Juventus

Dall’estate 2017 ad oggi Leonardo Bonucci ha vissuto momenti molto intensi, passando dalla Juventus al Milan e facendo il percorso inverso non troppi mesi fa. Il difensore, tornato a vestire i colori bianconeri nell’ultima sessione di mercato, ha rilasciato un’intervista a Il Corriere dello Sport parlando del suo arrivo al Milan fino al futuro professionale.

Passaggio al Milan: “Decisione difficile presa in un momento di rabbia, adesso ho capito che l’istinto ci può far compiere scelte sbagliate”. Bonucci torna al presente e quindi al suo ritorno alla Juve: “Qui è come una famiglia, sono stato accolto come se non me ne fossi mai andato: ti fanno sentire tutti a casa. E c’è una mentalità con la quale si punta tutti verso lo stesso obiettivo”.

Una motivazione che ha spinto Bonucci a lasciare Torino poco più di un anno fa è legata ai litigi con mister Allegri: “Capita di avere discussioni anche accese. Ma poi ci si chiarisce, ci si stringe la mano e si va avanti. La sua dote migliore è l’intelligenza, così riesce a gestire uno spogliatoio tanto importante”.

Bonucci commenta poi l’obiettivo Champions League: “Vorrei cancellare la finale di Cardiff, ci credevamo tanto. La società ha costruito una rosa importante per realizzare quel sogno: con Cristiano Ronaldo diventa tutto più credibile. Però è anche questione di fortuna, sacrificio e lavoro di qualità”.

Ed ora, Bonucci si concentra sul futuro: “E poter diventare un allenatore importante di una grande squadra, possibilmente la Juve. Per questo sto mettendo da parte tutto ciò che ho visto dagli allenatori che ho avuto in carriera”.

CONDIVIDI
15/10/99 Redattore di Novantesimo