Juventus, Bernardeschi: “Non molliamo mai, fino alla fine. Vantaggio sul Napoli? Vogliamo allungare il più possibile”

Bernardeschi

Nonostante le difficoltà e la fatica di metà stagione, la Juventus continua a vincere e a confermarsi la macchina da guerra che ha dominato l’Italia negli ultimi 8 anni, con un pensiero che va, inevitabilmente, sempre alla Champions League.

Il prossimo impegno dei bianconeri sarà in Coppa Italia, contro l’Atalanta, in un match interessantissimo da dentro o fuori e valido per i quarti della stessa competizione. A due giorni da tale match, ha parlato, ai microfoni di Sky Sport, uno dei protagonisti della vittoria contro la Lazio, ovvero Federico Bernardeschi, subentrato a partita in corso per dare un apporto preziosissimo.

L’ex Fiorentina ha iniziato parlando proprio delle difficoltà della squadra, come la rimonta che è stata attuata contro i biancocelesti, dicendo che nessuno di loro molla mai e che lottano fino alla fine. Continuando, il 24enne ha parlato della propria crescita, dei giovani talenti italiani, del vantaggio nella classifica di Serie A sul Napoli ed, infine, proprio del match contro i bergamaschi.

Ecco le parole di Bernardeschi:

“Contro la Lazio abbiamo offerto una prova di carattere, siamo sempre stati dentro la partita nonostante le difficoltà. Non molliamo mai, restiamo sul pezzo fino alla fine. I cambi danno sempre quel qualcosa in più? E’ una questione mentale, di attenzione. Quando parti dalla panchina, rappresenti un’alternativa importante per la squadra, per il mister. Puoi cambiare la gara con le tue giocate, puoi far vincere una partita o aiutare a gestire un risultato”S

“Crescita? Ho lavorato molto sulla mia testa, sulla mentalità e sulla capacità dell’attenzione. Poi allenarsi con grandi campioni fa la differenza e aiuta a crescere e a migliorare. Qui devi stare sempre al massimo con la testa, la differenza sta nel carattere. Questa Juve non muore mai”.

“Vantaggio sul Napoli? Il nostro obiettivo è quello di allungare il più possibile sulla seconda, adesso bisogna continuare a tenere questo ruolino di marcia. Undici punti non ci bastano, serve attenzione alta e concentrazione sul campo”.S

“Contro l’Atalanta sarà gara complicata, perché loro sono una grande squadra, che in casa ha ottenuto ottimi risultati. Ma la Coppa Italia rappresenta un nostro obiettivo, al quale teniamo molto. Andremo lì per vincere e per arrivare in semifinale”.S

“Mi fa tanto piacere che escano giocatori italiani nuovi e forti. Mi fa piacere per la Nazionale Italiana, perché abbiamo una grande responsabilità, ovvero quella di riportare l’Italia laddove merita. Bisogna riuscirci tutti insieme e per fare questo servono giocatori forti. Più ne sono e meglio è”.
 

CONDIVIDI