Vincere per continuare fare la storia: è questo l’imperativo che suona quasi come un mantra da qualche tempo a questa parte in casa Juventus, sebbene basti anche solo 1 punto domani contro la Roma per laurearsi già campione d’inverno.

Massimiliano Allegri, tecnico della Juventus, ha parlato così in conferenza stampa alla vigilia del match contro i giallorossi: “Domani Ronaldo gioca. Poi salterà una delle prossime due partite, quindi è un 50 per cento (sorride, ndr). La Roma? Non possiamo sottovalutare nessuna partita. Anche perché, al momento, è un classifica falsa. La classifica vera la vedremo il 29 dicembre, al giro di boa”.

Ancora sulla squadra di Di Francesco: “Eusebio ha dimostrato di avere tutte le qualità per far bene, e sono sicuro anche quest’anno lo dimostrerà. Lo scorso anno ha portato la squadra in semifinale di Champions, lottando contro il Napoli per il secondo posto. Le sue qualità non si discutono. Ha tempo di riportare la squadra in zona Champions”.

Sulle prestazioni di Chiellini: “La fascia di capitano ha responsabilizzato e rasserenato Chiellini ancora di più. Poi la Juve ha Bonucci, Benatia, Rugani e Barzagli, momentaneamente fuori. Un reparto di prim’ordine. Giorgio ha più partite nelle gambe”.

Sulle scelte in difesa:Domani giocheranno De Sciglio e Alex Sandro, ma Spinazzola sta molto bene e potrebbe giocare. Cancelo sta facendo la terapia riabilitativa”.

Sulla quota scudetto:Dipende da quanto gira il Napoli. Ora è a 38, può girare a 47. La quota scudetto sia tra 87-88, per quelle che stanno dietro. Massimo 90″.

Sul futuro di Spinazzola: “Sta molto bene, è in grado di giocare. “Abbiamo due esterni. Uno sta rientrando, vediamo Cuadrado. Molto dipende da lui. Se dovrà essere operato e lo perderemo per un po’, è normale che Spinazzola avrà spazio. Anche perché sta bene”.

Ancora sulla formazione:“Contro la Roma giocano De Sciglio e Alex Sandro, ma Spinazzola sta molto bene e potrebbe giocare. Cancelo sta facendo la terapia riabilitativa. Cuadrado è in Germania, decideranno oggi se faranno l’operazione o la terapia conservativa.

Domani torna a disposizione Khedira che sta meglio di quanto mi aspettassi, non dico per giocare, ma è più avanti. Poi c’è Emre Can che ha fatto una bella partita contro il Torino”.

Sul rinnovo di Alex Sandro: “Ha avuto un momento di destabilizzazione. Ora si è tranquillizzato ed è tornato a essere un giocatore importante, ai suoi livelli. E sono contento abbia rinnovato, perché è difficile trovare giocatori come lui”.

La scelta su Pjanic: “Miralem non riposerà, è un giocatore con caratteristiche uniche in rosa. Chiellini gioca sicuro, devo ancora decidere l’altro difensore centrale”.

Chiusura sugli ottavi di Champions contro l’Atletico Madrid: “Sarà una partita difficile, ma abbiamo il vantaggio di affrontare la prima partita fuori casa”. A riportare è Tuttomercatoweb.

CONDIVIDI
Classe 1998, studio Lettere Moderne. Da sempre dipendente dal calcio e dall'Inter.