La Juventus è pronta alla finale di Champions ed il mister Max Allegri ha presentato la sfida di domani in conferenza stampa. Queste le sue parole: “Affrontiamo la gara con serenità. Domani si deve fare tutto il possibile, il Real è favorito ma noi siamo consapevoli. Mettiamo in campo quello che loro non hanno e più di loro“.

Hai scelto la formazione in base a cosa? “Non l’ho ancora fatta, è una gara che può durare 90 o 120′, giocando cosi la squadra ha bisogno di cambi. Devo scegliere anche la panchina che deve risultare determinante“.

Juve al top per questa gara? “Abbiamo lavorato tutto l’anno, le vittorie di questa stagione sono state di allenamento. È una gara secca che va giocata in un certo modo, ci sarà da attaccare e difendere. Domani dobbiamo avere questa convinzione, di poter portare a casa la coppa”.

Si incontrano il club con più gol fatti contro i meno gol presi. “Domani le statistiche non contano, a parte la fase tecnica e tattica, dobbiamo giocare bene”.

Lavoro psicologico su Higuain? “È un grandissimo giocatore, ha fatto gol importanti e se non segna fa grandi prestazioni. Domani farà una grande partita, quando giochi le finali può succedere di tutto“.

Per Dybala sarà una prova importante domani? “Paulo è cresciuto sotto tanti aspetti, l’anno scorso ha pagato un po. Domani non subirà la pressione di niente, ho sentito dire tante cose. Domani è la finale, facciamo cosa si può fare per portare a casa questa coppa”.

Mandzukic? “Sta facendo cose straordinarie, i giocatori non vincono per caso. Ho una rosa importante, siamo al posto giusto al momento giusto. Grande rispetto e umiltà sono le qualità ci hanno sempre contraddistinto“.

Alex Sandro? “È un giocatore che è migliorato molto, nella qualità e nella gestione della palla. Insieme a Marcelo credo sia uno dei più forti al mondo“.

Il 2015? “Tutto è partito da li, l’anno scorso abbiamo fatto una bella Champions. La Juve è cresciuta molto. Sono molto volentieri in panchina”.

Cosa le è piaciuto in questi giorni negli allenamenti. Dybala come Messi? “È un passaggio importante per lui, giocare le finali non capita sempre. Domani bisogna vincere, bisogna avere una giusta cattiveria. Siamo qui per quello . La squadra si è allenata in serenità in questi giorni. Abbiamo fatto trascorrere la settimana bene, era tanto che non capitava. Le finali passano attraverso i dettagli”.

CONDIVIDI

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008