Massimiliano Allegri, allenatore della Juventus, ha parlato in occasione della conferenza stampa alla viglia del big match dell’Old Trafford contro il Manchester United. Ecco le parole riportate da Tuttojuve.com:

Quella di domani è la partita più importante della stagione?

“È un mese importante. Non l’abbiamo iniziato bene e domani torna la Champions. Gara importante perché in caso di vittoria ipotecheremmo il passaggio del turno. Loro sono una squadra forte, molto fisica, dovremo giocare bene tecnicamente.”

Le assenze possono farti passare alla difesa a tre?

“Mandzukic non avrebbe giocato lo stesso anche se dispiace non averlo, come Khedira ed Emre Can. Domani giocheremo una partita, siamo in 17 di movimento, dovremo essere attenti e precisi con il pallone tra i piedi, perché loro hanno la possibilità di giocare il pallone alto.”

Che Pogba ti aspetti?

“Troveremo a parte Pogba una squadra composta da giocatori forti. Domani si affrontano anche tanti giovani importanti: loro hanno Martial, Pogba, Rashford. Noi abbiamo Dybala, Bernardeschi, Cancelo, Bentancur. Sono tanti giocatori giovani che dovranno essere il futuro del calcio mondiale. Domani per noi è un test importante anche per questi singoli giocatori. Giocare in questo stadio contro una grande squadra è un bel test.”

Il Manchester è il decimo in classifica, ma sei d’accordo che tra le squadre europee ha il gioco più scorbutico?

“Hanno tecnica, velocità davanti e fisicità. Sono una squadra forte, costruita per vincere. Hanno un allenatore molto esperto e noi domani dobbiamo fare una partita giusta. Ci serve anche per rientrare meglio dentro le partite. Sabato ci abbiamo messo una pietra sopra un po’ troppo prima e domani bisogna stare dentro la partita per 100 minuti, perché qui le partite non finiscono mai. Basta vedere cosa è successo contro il Chelsea dove hanno preso gol su una palla alta in cui sono molto forti. Dovremo giocare a calcio, perché fisicamente potremmo pagare qualcosa.”

Quando hai detto che Mandzukic non avrebbe giocato cosa pensavi?

“Di giocare senza centravanti o con uno come Dybala o Ronaldo centravanti con caratteristiche diverse. Noi nelle ultime abbiamo giocato con i quattro dietro, i tre ordinati e poi i tre giocatori d’attacco. Ma dipende dalle caratteristiche dei giocatori“.

Nei 6 gol subiti quest’anno la Juve ne ha subiti 4 da palla alta.

“Sono situazioni diverse, perché su un cross ci sono errori da parte di tutti. Bisogna dare più pressione a chi crossa, marcare meglio in area. Su 6 gol ne abbiamo presi 4 in modo simile. Sabato è stata una cosa strana perché tutti pensavamo la palla uscisse e ci siamo addormentati, ma non ci sono stati errori del singolo, ma di tutti.”

Non avendo né Khedira né Emre Can pensi di passare a due a centrocampo?

“Cuadrado sta facendo bene la mezz’ala. Potremmo poi giocare anche con tre difensori, ma poi ci potremmo incartare. Sicuramente domani giocheremo a quattro. Domani non possiamo snaturare, perché a metà campo bisogna essere numericamente pai a loro.”

Mandzukic come sta? Cosa di poco conto o c’è il rischio di perderlo a lungo?

“Credo sia una cosa di poco conto. Gli si è girata un po’ la caviglia ed era dolorante. Speriamo di riaverlo il prima possibile. Settimana prossima spero avremo anche Khedira e poi presto anche Emre Can.”

Un parere su Bernardeschi, che potrebbe essere alla prima da titolare in uno stadio come questo nella sua avventura alla Juve. E poi magari ci dice in che posizione gioca?

“Ah gioca di sicuro (sorride, nda). Sono passaggi importanti per lui e per i giovani. Domani ci sono giovani importanti.”

Barzagli può fare il terzino destro domani?

“Nì. Giocando a tre potrebbe fare quel ruolo, ma a quattro il terzino destro no.”

CONDIVIDI