Massimiliano Allegri ha parlato in conferenza stampa questa mattina ha parlato delle condizioni dello spogliatoio sia psicologiche che fisiche, parlando della partita con il Barcellona ma passando prima per l’insidia Chievo Verona nella prossima giornata di Campionato.

Ha esordito così secondo quanto evidenziato da Tuttomercatoweb“Come si affronta il Chievo? Domani dobbiamo giocare bene, è una partita importante perché i punti sono pesanti. Non abbiamo la possibilità di sbagliare, un bonus ce lo siamo giocati a Napoli pareggiando. Poi da domenica penseremo al Barcellona. E’ una sfida talmente bella che si prepara da se. Veniamo da due gare difficili. Domani Mandzukic difficilmente sarà a disposizione e non credo Higuain possa riposare, anche se Dybala centravanti sarebbe una buona idea”.

Dybala rischioso farlo giocare? “No, sta bene e ha bisogno di giocare. Più gioca e più migliora la condizione. Mercoledì ha fato 70′. Usciti da domani sera penseremo al Barcellona. Mancano Mandzkuic e Pjaca non posso fare grandi scelte”.

Tabella di punti fino alla fine? Centrocampo? “E’ semplice, la Roma può fare 92 punti e noi dobbiamo farne 93. Facciamo un passo alla volta. Domani ci vorrà anche l’aiuto dei tifosi. Oggi valuterò per il centrocampo, non so se recupererà Khedira. Le scelte sono in base a quelli davanti”.

Lavoro di testa o tattico? “L’unico allenamento è quello di oggi. E’ inutile pensare a cosa succederà a fine stagione, più si va avanti e non si ha possibilità di sbagliare. La gara di mercoledì ci ha dato entusiasmo. Per un’ora è stata una gara importante e poi ce la siamo complicata”.

In campo Chiellini? “Non so come sta visto che ieri si è laureato. Il Chievo viene dalla sconfitta col Crotone, non hanno responsabilità perché il loro obiettivo l’hanno raggiunto e l’anno scorso hanno preso un punto”.

Pensare al Barcellona? “Non ha senso pensare adesso al Barcellona. E’ una grandissima squadra e ci saranno due partite importanti mercoledì. Siamo tutti in una buona condizione fisica e mentale”.

Effetto mercato? Stagione straordinaria? “Ringrazio le parole di Elkann nei confronti del nostro lavoro. Andiamo un passo alla volta. Intanto una finale l’abbiamo raggiunta e questo è merito dei ragazzi. Hanno qualità morali e non solo tecniche. Dobbiamo lavorare per cercare di vincere tutte e 3 le competizioni. La Champions è straordinaria ecco perché dobbiamo avere energia ed entusiasmo, cosi come la consapevolezza di quello che possiamo fare. La squadra è in grado di fare tutto”.

Modulo? “Devo vedere. Non ho neanche Kean, domani poteva essere importante. 10 in campo li mettiamo domani”.

Quante possibilità ci sono che Allegri sia alla Juve prossimo anno? “Al momento fino al 100% perché ho un contratto fino al 2018. Ora il problema non sussiste perché siamo nel momento cruciale della stagione. Non ho mai avuto problemi con la società”.

Negatività? “Quando parlo di negatività è perché dopo il pareggio di Napoli si è parlato solo della fase offensiva mancata”.

In cosa è migliorato Dani Alves? “Li ho lui e Lichtsteiner che sono importanti. Lui ha avuto difficoltà all’inizio dopo 10 anni in Spagna. Nel momento in cui stava crescendo si è fatto male”.

Un anno fa tutto programmato perché eravate fuori dalla Champions? “Ogni anno è diverso. Siamo arrivati in questo momento cruciale e dopo saranno loro magari a chiamarmi per parlare. Io sono un dipendente che gestisce risorse umane. Ora non è neanche giusto, non ho neanche la testa per pensare. Rimaniamo concentrati”.

Vado via se vinco tutto? “Tolgo il se, non mettiamo il carro davanti ai buoi. L’obiettivo della stagione è il campionato, ci sono giocatori che possono vincere 6 scudetti di fila. Poi la Champions viene dopo, il nostro percorso negli ultimi anni è cresciuto tantissimo. E’ importante arrivare nelle prime otto sempre. Penso a quello che succede dopo. Poi si possono aprire altri cicli, contano solo i punti e le vittorie. La società avrà un programma da propormi. La Juve è una delle società più importanti in Europa ed è quello che conta”.

CONDIVIDI
Pasquale Rosolino, 92 d'annata. Editore di Novantesimo.com. Troppo malato di calcio, se non sto scrivendo ne sto parlando e se non ne sto parlando? Sto sognando! Editor per Visit Naples.

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008