Vittoria al San Paolo questa sera per la Juventus di Massimiliano Allegri. I bianconeri, battendo il Napoli, si portano a -1 in classifica dalla squadra partenopea.

Il tecnico toscano è intervenuto ai microfoni di Premium Sport per commentare la gara. Ecco quanto riportato da tuttomercatoweb.com: 

“Quello di questa sera per noi è un bel test, dove siamo partiti bene nel primo tempo, nel secondo il Napoli ha fatto un buon possesso palla senza grandi occasioni, nel primo tempo la Juve ha fatto bene, nel secondo peggio, nel secondo tempo abbiamo avuto occasioni con Matuidi e concesso poco o niente, abbiamo ottenuto un bell’uno a zero. Higuain? Nel calcio correre non è indispensabile ma aiuta, alcuni elementi cominciano ad avere una condizione migliore e giocano meglio, sia nel primo tempo che nel secondo abbiamo subito pressione. Bisogna fare i complimenti al Napoli che è ancora la favorita dello scudetto perché è un punto avanti e gioca un calcio piacevole. Su Benatia e Douglas Costa? Il brasiliano e’ straordinario a livello tecnico, Benatia sta bene, in buona condizione, lo ho anche ripreso, per arrivare nella leggenda non bisogna fare le cose normali, non impegno normale, ci vogliono dei giocatori e ragazzi meravigliosi che credo lotteranno per il titolo. Partita tattica e tanti cross? Normale che contro il Napoli devi chiudere le verticali e metterli in difficoltà, devi rimanere ordinato ed indirizzarli dove volevi. Ha vinto il maxismo? Ha vinto una squadra di giocatori straordinari che vogliono andare oltre la leggenda, il calcio è anche strategia, limitare gli avversari e sfruttare i punti deboli. Il Napoli è la prima favorita perché fa cose straordinarie, noi dobbiamo arrivare a marzo in buone condizioni, dobbiamo fare cose più che straordinarie.  Cose diverse? Ho giocato con de Sciglio che ha fatto bene, un giocatore in più anche in fase difensiva, per le grandi sfide devi fare bene in difesa”. 

CONDIVIDI
Classe 1997, studente di Culture Digitali e della Comunicazione presso l'Università Federico II di Napoli. Da sempre appassionato di calcio: milanista.