Juventus, Allegri: “Dovremmo fare una grande gare per uscire con 3 punti”

allegri
Massimiliano Allegri parla dei tre giocatori coinvolti nel maxi-scambio avvenuto col Milan

Il tecnico della Juventus, Massimiliano Allegri, ha parlato in conferenza stampa in vista della partita di domani sera contro il Milan. Queste le sue parole riportate da Tuttomercatoweb.com: “Al momento i numeri dicono che rispetto alle vittorie fatte siamo stati pochi minuti, in percentuale, in vantaggio di due reti. Quindi vuol dire tenere sempre le partite aperte e questo crea rischi. La gara di mercoledì ha un’altra storia: l’unica cosa che abbiamo sbagliato è stato il capire il momento della gara dopo il pareggio dello United. Noi ci siamo fatti prendere dall’emotività. Forse il pareggio poteva sembrare un’ingiustizia, ma in quei momenti serve essere lucidi. La Champions la consegnano il primo di giugno, quella di mercoledì era una tappa di avvicinamento. Avremmo messo al sicuro il passaggio e quasi il primo posto. E’ stato un momento sbagliato di gestione, ma ci può stare”

Allegri si aspetta una reazione della squadra: “Più che reagire dobbiamo continuare a fare quanto fatto fin qui. Dopo la sconfitta dell’altro giorno ci siamo rimasti male, non ci eravamo più abituati. Era da aprile che non perdevamo. Diciamo che abbiamo perso la partita che può avere meno importanza ai fini della classifica della Champions. Domani sarà comunque un Milan-Juventus, ciò una partita complicata. Lo stadio spingerà il Milan, noi dovremo fare una grande partita per uscire da San Siro con un risultato positivo. Il Milan è in un grande momento, nelle ultime sei ne ha perse solo una all’ultimo secondo. Dobbiamo essere pronti a chiudere nel migliore dei modi”.

Mandzukic titolare?:  “Potrebbe giocare domani. Doveva recuperare un po’ di energie e lo sta facendo. Così come Matuidi. Ha giocato 3 gare da 45 minuti, ma avrebbe bisogno di andare una settimana al mare per recuperare. Non ci fosse stato il problema di Emre Can ce lo avrei mandato”.

Un pensiero sul collega rossonero, Gennaro Gattuso:  “Rino è intraprendente, è un genuino ed è migliorato molto. Alla squadra, oltre il giocare bene, trasmette tanto dei suoi valori. E’ uno dei tecnici giovani più bravi. Allenare il Milan non è semplice, ci sono tante pressioni. Il Milan comunque è al quarto posto, sta facendo un’annata importante e gli vanno fatti i complimenti”.

Gli indisponibili:  “Tutti a disposizione tranne Emre Can e Spinazzola, che andrà a giocare con la Primavera a Sassuolo. A destra o gioca Cancelo o gioca De Sciglio, però Cancelo ha molte possibilità di partire dall’inizio”.

L’attacco di domani: “O partiamo con i tre davanti, o con uno dei tre fuori e un esterno in più. Però stanno tutti bene, sono importanti i rientri di Douglas Costa e Bernardeschi perché sono due cambi, Cuadrado è cresciuto tanto. Nonostante la sconfitta siamo in un bel momento fisico e mentale e domani dobbiamo fare una bella gara sotto tutti gli aspetti”.

I troppi gol subiti: : “La Juventus prende gol su palla inattiva o quando si addormenta. Non esistono squadre imbattibili. Numericamente è impossibile pensare di vincerle tutte, poi ogni tanto fare un passo indietro serve per farne due in avanti. Domani sarà una partita di grande fascino, dovremo fare una partita bella sotto tutti i punti di vista”.

CONDIVIDI
Campano di nascita e siciliano d'adozione, classe 93' e passato da terzino destro. Ho successivamente capito che rendo meglio da giornalista che come calciatore.