Juventus, Allegri: “Dispiace per l’addio di Marotta. Formazione? Out Chiellini, Khedira in panchina”

Giornata di vigilia in casa Juventus, che domani affronterà lo Young Boys nella seconda giornata della fase a gironi di Champions League. Nella consueta conferenza pre-partita il tecnico bianconero Massimiliano Allegri ha parlato alla stampa. Ecco quanto riportato da Tuttojuve.com.

Si parte parlando dell’addio di Marotta: “E’ ancora una notizia fresca. Quando si rompe un rapporto umano e professionale è normale ci sia grande dispiacere. C’è un momento di assestamento, la partita di domani è da vincere e non bisogna vanificare quanto fatto in Spagna”.

Su Khedira, se potrà essere della partita: “Dall’inizio no, potrà far parte della partita. Il programma era di portarlo a Udine, se domani potesse giocare mezz’ora è positivo. Mancano ancora due partite prima della fine di questo mini ciclo e voglio arrivare a bottino pieno”.

Sulla partita di domani: “Le partite vanno vinte e giocate. Bisogna avere rispetto dello Young Boys, vincono da tante partite. Hanno un ottimo allenatore, sono bravi sulle palle lunghe e hanno fisicità. Se la prendiamo come non dobbiamo sarà complicato. Facciamo un passo in avanti su noi stessi. Gli ultimi 20′ non ci sono piaciuti. Abbiamo smesso di correre e smarcarci, abbiamo concesso al Napoli quello che non dovevamo concedere. Domani dobbiamo andare a 6 punti”.

Sull’assenza di Ronaldo e possibili cambi di formazioni: “Aveva bisogno di rifiatare va bene così. Chiellini non gioca, Cancelo deve recuperare. Barzagli gioca è sempre un ottimo vecchietto”.

Sulle accuse di stupro a CR7: “Sono cose private, non commento”.

Sulla formazione: “Ho qualche dubbio a metà campo, se giochiamo con i due mediani, a due dietro e tre a metà campo. Davanti sono sempre due, Mandzukic e Dybala. Sta bene anche Kean, Bernardeschi sta bene”.

Sul ruolo di Bernardeschi nella gara di domani: “Esterno, mezz’ala e può giocare anche trequartista. Può anche non giocare”.