Juventus, Allegri: “Cristiano Ronaldo? Non esiste un modo per fermarlo”

Allegri

Massimiliano Allegri, allenatore della Juventus, ha parlato in conferenza stampa alla vigilia del match contro il Real Madrid. Queste le sue parole riportate da tuttomercatoweb.com:

Sull’assenza di Pjanic: “O gioca Marchisio o gioca Bentancur. Poi dovrò scegliere fra Barzagli e Rugani, oltre che chi giocherà davanti ovviamente”.

Sui complimenti di Zidane ricevuti da : “Devo fargli io i complimenti, ha vinto tanto e subito e non era semplice. La Juve sta facendo un’ottima annata al di là del gioco, i discorsi in merito sono sempre gli stessi. Queste sono partite da sogno, è una delle squadre più forti e favorita della Champions. Dovremo avere l’ambizione di giocarla alla pari e di poterla superare”.

Sulla partita di Cardiff: “Abbiamo rivisto la gara. Secondo me la squadra ha fatto un passo in avanti nella gestione dei momenti. Nel quarto d’ora di Cardiff, pur non avendo fatto male, siamo un po’ usciti dalla partita e questo non dovrà succedere. Giochiamo su due partite, voglio una bella partita difensivamente, voglio vedere una bella gestione della gara perché loro con due passaggi arrivano in porta. Hanno tecnica in velocità e precisione nei passaggi. Servirà una grande partita e una grande spinta da parte dei tifosi. Domani sarà una serata di gala, sarà la prima delle due sfide”.

Sul centrocampo a tre: “Ogni volta mi fa sorridere. Col Milan abbiamo finito con due centrocampisti, con l’Atalanta abbiamo vinto con due centrocampisti. Lo scorso anno abbiamo giocato spesso con due centrocampisti. Dipende dalla squadra, servirà che tutti si mettano a disposizione altrimenti il gol lo prendi. E poi servirà grande tecnica, oltre che grande difesa”.

Su chi partirà titolare tra Isco e Bale: “Secondo me giocherà Bale, poi magari ci sarà Isco”.

Ancora sulla finale persa per 4 a 1: “Ripeto non deve essere una vendetta. La squadra fece una buona partita nel primo tempo. La Juve credo che sia migliorata nella gestione delle partite, ma davanti avremo comunque il Real Madrid. Servirà concentrazione, noi siamo migliorati ma dobbiamo farlo ancora. Le qualità tecniche la squadra le ha, poi anche la fortuna dovrà darci una mano”.

Sul possesso palla: “Se saremo bravi ce l’avremo, altrimenti la palla ce l’avranno loro e noi dovremo difendere. Loro sono micidiali a campo aperto, noi dovremo fare delle buone marcature preventive e una buona fase difensiva anche quando attacchiamo”.

Sulla partita in sé: “Mi piacerebbe che la squadra giocasse come il primo tempo di Cardiff, magari con una migliore gestione della partita. Non dovremo uscire dalla gara altrimenti loro ti uccidono. Dovremo evitare di prendere più di un gol altrimenti sarà dura”.

Su Cristiano Ronaldo: “Non esiste un modo per fermarlo. A lui si devono solo fare i complimenti, perché cambiare a 31 anni il proprio modo di giocare è qualcosa di straordinario e lui sta facendo il centravanti in maniera perfetta”.

Su Dybala: “Domani farà una grande partita. E’ sereno, il gol di sabato dimostra che sta bene anche fisicamente e quindi domani farà una grande gara”.

Sulle condizioni di Mandzukic e Sandro: “Sta bene, lui come Alex Sandro. Non so se giocherà dall’inizio o a gara in corso, devo ancora decidere. E’ un giocatore importante, fondamentale per noi perché ci regala fisicità e altri modi per attaccare. Abbiamo quasi tutta la rosa a disposizione”.

Su come è vista la Juve rispetto il Real: “Il clima è cambiato rispetto al passato ed è giusto che sia così. L’abitudine a giocare certe gare fa crescere tutti e dopo gli ultimi 4 anni ci deve essere fiducia nell’affrontare certe sfide. Dal 2011 il Real ha giocato tre finali, per noi deve essere uno stimolo importante per domani e per Madrid”.

[…]

Guarda Anche...

CONDIVIDI
Due cose ha in comune con Buffon: la data di nascita e la passione per il calcio. Da sempre tifoso del Milan, è un amante del calcio anni '60: a volte intervista Di Stefano e Pelé, poi si sveglia.