Nel corso dell’evento “Il calcio, lo sport record nel mondo” di Trento, che fa parte del Festival dello Sport organizzato da La Gazzetta dello Sport, Andrea Agnelli è intervenuto ai microfoni dei giornalisti presenti.

Il presidente della Juventus si è soffermato su diversi temi, tra cui la crescita che Cristiano Ronaldo ha portato alla società sia sportivamente che economicamente. Ecco le sue parole raccolte dal nostro inviato Alessio Nanni:

CR7 Colpo solo sportivo o anche economico? “La parte sportiva ed economica della società per una volta si sono incontrate. Ronaldo è un campione attento ai dettagli ed ha migliorato nettamente la squadra. D’altro canto anche a livello economico ci ha permesso di crescere, abbiamo aumentato i numeri dei social ed anche l’indotto, i bambini in tutto il mondo, dall’Indonesia al Canada vogliono vedere i propri eroi. Cr7 è un supereroe. La Juventus va valutata non ad oggi, ma nel suo percorso dal 2010 ad oggi. CR7 può rendere la Serie A appetibile anche a livello internazionale, cosa fino a ieri impossibile.”

Sui calciatori prestati dalle società di A nelle serie inferiori ed il calcio femminile:“Le richieste delle società di A sono quelle da seguire, per troppo tempo abbiamo sostenuto la Serie B e Serie C, magari pagando i club per far giocare i calciatori in prestito. Il sistema va cambiato. Sono dell’idea che piuttosto che non fare è meglio fare qualcosa, anche se poco o male.
Il calcio femminile è pronto per il professionismo, i conflitti di quest’estate sono beghe di condomino”.

CONDIVIDI
Ho 22 anni e nella vita studio, per l'esattezza frequento la facoltà di Culture digitali e della Comunicazione alla Federico II di Napoli. Sogno di vivere un giorno grazie al giornalismo sportivo. Amo la musica e suono la chitarra da circa dieci anni. Redattore anche di IamNaples.it