Quest’oggi giornata di presentazione in casa Juventus. I bianconeri hanno infatti presentato alla stanza il neo-acquisto Wojciech Szczesny. L’ex portiere della Roma, intervenuto all’Allianz Stadium, ha risposto alle prime domande dei giornalisti. Ecco quanto raccolto da calciomercato.com:

JUVE “Felice di essere qui. Sono due o tre mesi che se ne parla, contento di essere alla Juve. Non sei tu che scegli la Juventus, è la Juventus che sceglie te: nel momento in cui sono stato contattato non ho avuto dubbi. Se uno crede in sè stesso allora la scelta è molto facile, sono pronto ad affrontare questa sfida e penso che sia un’occasione importante per fare un passo avanti nella mia carriera. Tutti vogliono vincere, un modo per farlo è giocare alla Juve. Non importa da dove si viene. Mi ha sempre colpito della Juve la capacità di vincere campionati e trofei, club che ha vinto praticamente tutto e sono qui per migliorare, altri giocatori sono stati in grado di migliorare qui”.

ROMA “Trascorso due anni splendidi alla Roma, sono molto grato al club giallorosso. Ma ora sono felice di essere alla Juve”.

BUFFON “Contento di poter allenarmi con Buffon, persona che mi può dare tanto. Ho sentito l’intervista in cui diceva di continuare un anno in caso di vittoria della Champions, speriamo sia così perché se lo merita più di tutti”

NUMERO UNO – “Spero di poter giocare il più possibile, sono consapevole del valore di Buffon all’interno del calcio italiano e all’interno di questo club. Lo capisco benissimo. Sono qui per imparare e per provare ad essere all’altezza. Sono a disposizione del mister”.

PRESSIONE “Sono fortunato da questo punto di vista, non sento la pressione. Sono qui per rappresentare il club ai massimi livelli e difendere la porta nel modo migliore che possa fare”.

CRESCITA “Credo che nel calcio non ci sia un limite, ci sono sempre margini di miglioramento. Arrivato alla Roma ho visto subito che si trattava di un allenamento più accurato e tecnico, mi sono messo in pari e sono arrivato pronto alla Juve.”

ALLEGRI “Ci siamo solo salutati questa mattina, la squadra si stava allenando”.

MANOLAS “Non mi interessa, non spetta a me parlarne sono qui per la mia presentazione”.

GLIK “Ho parlato con lui, mi ha parlato molto bene”.

ARSENAL “Domanda difficile, anche perché ho trascorso all’Arsenal undici anni…”

BONIEK “Non ho parlato con Boniek, sono sicuro della decisione senza aver sentito nessuno”.

USCITE ALTE – “Sono un giocatore della Juve, da oggi non ho punti deboli”.

CONDIVIDI
Classe 1997, studente di Culture Digitali e della Comunicazione presso l'Università Federico II di Napoli. Da sempre appassionato di calcio, con il sogno di diventare giornalista. Web content e Social Media Manager per il Napoli Calcio a 5.

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008