90esimo #JuveStabiaRende: eurogol al Menti, Carlini e Calò stendono gli ospiti

E’ una grande notte di calcio al Romeo Menti di Castellammare di Stabia: in campo scendono Juve Stabia e Rende per una partita di assoluto vertice. 

in caso di vittoria, le vespe supererebbero gli avversari fermi a nove punti e volerebbero momentaneamente al secondo posto in classifica, dietro al Trapani, ma con una partita ancora da disputare.

Mister Fabio Caserta lancia dal primo minuto la vespetta Kevin Stallone, classe 2000, al debutto da titolare, complici anche le assenze di Di Roberto, Viola ed Elia per infortunio. In attacco confermato il tridente Carlini, Paponi, Canotto. Il Rende, invece, scende in campo con il 3-4-3: in avanti Modesto si affida a Laaribi, Rossini, Vivicqua. Ritorna al Menti l’ex Awua, che l’anno scorso ha vestito la maglia gialloblu.

Primo Tempo

Pronti, partenza e via: la Juve Stabia apre in attacco la partita, con il Rende che difende bene ma non rinuncia ad offendere. Alla metà del nono minuto di gioco, le vespe si fanno vedere in avanti su punizione: alla battuta Calò, che mette in mezzo una palla molto pericolosa su cui però nessun giocatore gialloblu arriva. Al 12esimo minuto, il Rende colleziona la prima ammonizione con Blaze.

La strategia degli uomini di Modesto è chiara: tenere i ritmi alti per non far respirare i ragazzi di casa. Al 18esimo minuto è una magia di Massimiliano Carlini a regalare il vantaggio alle vespe: da fuori area, l’attaccante gialloblu, con un tiro a giro, insacca il pallone in rete, all’angolino, alle spalle del portiere Savelloni. Al 26esimo, il Rende guadagna un calcio di punizione: sulla battuta Laaribi, il cui tiro però viene neutralizzato da Troest. E’ ancora la Juve Stabia a rendersi pericolosa su punizione: Calò serve Canotto che, davanti al portiere, di esterno in patta male la palla e non riesce ad appoggiarla in rete. Il clima si scalda nonostante sia una tipica serata autunnale a Castellammare di Stabia: l’arbitro rimprovera il tecnico Modesto, molto agitato, dopo un episodio dubbio in area di rigore gialloblu. Al 36esimo minuto, la Juve Stabia in attacco perde palla con Paponi: il Rende non perdona e in contropiede sigla l’1-1 con Vivicqua di testa su assist di Rossini.

Secondo Tempo

La seconda frazione di gioco apre con un cambio nelle file della Juve Stabia: il pubblico del Menti applaude il rientrante Mastalli dopo due settimane di stop per infortunio. Fuori il giovane Stallone, debuttate in una partita sicuramente non facile. Il Rende ricomincia pressando la Juve Stabia, che fatica a ripartire. Al nono minuto del secondo tempo, la Juve Stabia tenta di siglare il 2-1. Su punizione, alla battuta, si ripresenta nuovamente Calò: questa volta, però, il centrocampista decide di provare il tiro, che spaventa, e molto, il portiere ospite.

A partite da un calcio d’angolo, la Juve Stabia costruisce l’occasione del 2-1: Canotto, palla al piede, penetra in area e serve Allievi, a cui, però, manca forza per mettere la palla in rete. Come nel primo tempo, gli animi si scaldano: questa volta in campo. Canotto, infatti, viene ammonito, dopo aver discusso con Calvanese e protratto le proteste. Al 27esimo, la palla del 2-1 passa ancora tra i piedi di Carlini, che si libera in tunnel della difesa del Rende, ma sbaglia l’appoggio per Paponi. Al 34esimo minuto del secondo tempo, la Juve Stabia in contropiede ha la chance di passare in vantaggio: il solito Canotto sull’esterno serve Mastalli, che però non riesce a concludere in rete. A 37esimo minuto, il gol arriva come non te lo saresti mai aspettato: su corner il solito Calò tenta il tiro diretto e trova l’angolino sorprendendo Savelloni. Il Rende prova il tutto per tutto per acciuffare una partita che era ormai destinata al pareggio. La Juve Stabia fa quattro su quattro e vola a 12 punti: superato il Rende, ora la Juve Stabia si gode la vittoria e il secondo posto. Ora testa a martedì: a Caserta, infatti, le vespe affronteranno la Casertana di Castaldo e Floro Flores in coppa Italia. 

Tabellino

Juve Stabia(4-3-3): Branduani; Vitiello, Marzorati, Troest, Allievi(63’ Vicente); Calò, Stallone(45’ Mastalli), Mezavilla(63’ Aktaou); Carlini, Paponi( 84’esimo El Ouazni), Canotto. A disp: Venditti, Cotticelli, Schiavi, Ferrazzo, Vicente, El Ouazni, Castellano, Dumancic, Sinani, Aktaou, Mastalli, Lionetti. All: Fabio Caserta.

Rende(3-4-3): Savelloni; Germino, Minelli, Calvanese(88’ Crusco); Viteritti, Franco, Awua, Blaze(84’ Godano); Laaribi(56’ Giannotti), Rossini, Vivicqua. A disp: Borsellini, Palermo, Maddaloni, Cipolla, Sanzone, Otranto, Di Giorno, Giannotti, Crusco. All: Modesto

Ammoniti: Blaze(Rende), Awua(Rende), Canotto(Juve Stabia), Mastalli(Juve Stabia), Germino(Rende), Savelloni(Rende),

Espulsi: nessuno.

Marcatori: Carlini(Juve Stabia), Vivicqua(Rende), Calò(Juve Stabia)

Top Novantesimo: questa volta decidiamo di premiare due giocatori e non uno: da applausi Carlini, autore di una prestazione, e di un gol, straordinario, e Calò, che si inventa una rete da calcio d’angolo che regala il vantaggio alle vespe.

Flop Novantesimo: ad Adriano Mezavilla, che dopo le grandi prestazioni a Pagani e col Potenza, non si riconferma questa sera.

CONDIVIDI