90esimo #JuveStabiaRende, Caserta: “Dedico la vittoria Stallone, complimenti al Rende”

Allo stadio Romeo Menti è andato in scena il match tra Juve Stabia e Rende(2-1), che ha visto le vespe conquistare in tre punti. Noi di Novantesimo, presenti in sala stampa, vi riportiamo le dichiarazioni rilasciate dal mister gialloblu Caserta, in conferenza:

“Il Rende è una squadra che gioca benissimo, voglio fare i complimenti a Modesto e alla squadra: sanno come si gioca, per questo sono contento dei miei ragazzi, perché hanno vinto con sofferenza.

Stallone? Sono felicissimo: io non guardo la carta di identità, a me interessa quello che si produce, quello che si fa. Noi oggi avevamo qualche difficoltà sugli esterni. Ho scelto lui, e non Sinani, perché per questa partita mi sembrava più opportuno. Avrei potuto sacrifcare Carlini, che però mi dà tanta qualità. La scelta di Stallone la farei ancora e ancora. E’ un ragazzo serio, per bene. Dedico la vittoria a lui. Al di là del risultato, ci tengo al gruppo. La sostituzione non è una bocciatura, ho scelto di mettere Mastalli per esigenze tattiche. Non ho voluto rischiarlo dall’inizio perché non è al 100% fisicamente. Per Stallone, non vedo perché non provare. Un giovane bisogna buttarlo dentro. 

Se pensiamo che la squadra possa dominare per 90 minuti sbagliavo. Troveremo difficoltà, ci saranno sconfitte, che spero saranno poche. In quei momenti dovremmo essere squadra, come oggi. 

Il Rende è una squadra che non è stata costruita per salire direttamente, è una squadra molto giovane. Oggi hanno giocato benissimo, è la squadra che mi è piaciuta più di tutti. Per questo bisogna essere contenti: abbiamo battuto una squadra forte. Il Rende può fare un grande campionato.

Oggi tanti assenti? Sugli esterni numericamente potevo alternare o Sinani o Stallone, oppure cambiare modulo. Ma non voglio farlo. La squadra reagisce bene, non vedo perché cambiare modulo e non adattare un giocatore. 

Casertana? Ci penseremo lunedì, ora mi godo la vittoria. Sicuramente molti giocatori non giocheranno, dato che non possono recuperare in questi pochi giorni. 

Calò e Carlini? Sono stati due gol bellissimi. La partita è stata bellissima, sono molto contento. La squadra che conosce l’obiettivo nei momenti di difficoltà reagisce come oggi.

Sono arrabbiato per un po’ di cose, non solo per il contropiede subito. Vorrei che alcune cose non accadessero, ma me le tengo per me. E’ una cosa mia. Voglio e pretendo molto e voglio che la gente ci sia vicino. Ci saranno momenti in cui la squadra sarà criticata, ma ora dobbiamo essere felici. Parlo da allenatore ma anche da tifoso: bisogna essere orgogliosi”. 

CONDIVIDI