90esimo #JuveStabiaRende, Carlini: “Una squadra che vuole arrivare in alto deve vincere con tutte le squadre”

Allo stadio Romeo Menti è andato in scena il match tra Juve Stabia e Rende(2-1), che ha visto le vespe conquistare in tre punti.  Noi di Novantesimo, presenti in sala stampa, vi riportiamo le dichiarazioni rilasciate dal tuttocampista Carlini, in conferenza:

Se ai miei goal si abbina anche la vittoria, la contentezza è doppia.
E’ stata una partita molto difficile, affrontavate una squadra che ha corso moltissimo…
Si, assolutamente, soprattutto nel primo tempo. Faccio i complimenti al Rende che è venuta qui a giocarsi una partita a viso aperto e ci ha messo in difficoltà soprattutto sul ritmo, poi invece nella ripresa siamo stati più bravi a rimanere più corti ed accorciare meglio e loro logicamente – calando fisicamente- ci hanno consentito di vincere. Sicuramente una vittoria che vale doppio perchè abbiamo affrontato un avversario molto bravo.
Hai tirato fuori un bel coniglio dal cilindro…
Si, diciamo che sono quelle cose d’istinto che ti vengono lì per lì… quando ho visto la palla arrivare in quel modo mi è venuto istintivo di calciarla a giro sul primo palo. Inizialmente vedendola dal campo sembrava quasi che prendesse la traversa, invece alla fine si è abbassata all’ultimo ed è andata sotto l’incrocio; un gran bel gol.
Ti è piaciuto l’arbitraggio?
Beh, a me non piace commentare gli arbitri però è normale che oggi è stata una partita tosta e l’arbitro ha fatto le sue valutazioni che possono essere contestabili o meno. Su alcune poteva magari fare diversamente; ne ricordo una in particolare dove ha ammonito Mastalli che per me è fallo netto al limite dell’area, però ci sta e speriamo che le prossime volte ce la fischi al contrario
Era un arbitro che dialogava con voi in campo?
In linea di massima sembrava di si però, ripeto, non mi piace commentare gli arbitri ma l’unica cosa che mi piacerebbe sarebbe quella di mettere all’arbitro un registratore per far si che poi a fine gara chi giudica gli arbitri sentisse ciò che dicono a noi giocatori perchè spesso passiamo noi per quelli che usano toni sbagliati verso gli arbitri ma sentirei a volte anche ciò che ci dicono gli arbitri a noi giocatori.
La partita è stata molto bella ma poteva essere rovinata (riferito alla domanda precedente)
Alla fine sono loro che decidono, fanno le loro valutazioni giuste o sbagliate che siano e noi accettiamo il verdetto del campo.
Max, 4 su 4. La prossima visto che c’è la pausa considerando la Coppa Italia una seconda competizione dove non giocherete tanti titolari, la prossima è contro il Catanzaro. Sarà quella la prima vera gara da campionato o meglio uno scontro diretto per le posizioni alte?
Mah, penso che anche quella di oggi sia stata una partita importante. E’ normale che sulla carta il Catanzaro è una squadra attrezzata per il vertice della classifica e sarà una partita difficile ma ogni partita vale 3 punti quindi andiamo a Catanzaro per giocarci la partita ma io penso che alla fine una squadra che vuole arrivare in alto deve vincere con tutte le squadre, al di là di chi affronti devi affrontare tutti allo stesso modo perchè probabilmente- alla lunga- sono i punti con le piccole che faranno la differenza.
Oggi mancavano Melara, Elia, Di Roberto, Viola e questa squadra nonostante le assenze ed un giovanissimo diciottenne in campo dall’inizio, è riuscita a vincere contro una squadra che ha già battuto il Catanzaro e perso col Catania immeritatamente; la Juve Stabia si sta dimostrando una squadra forte già dall’inizio?
Si appunto quello che dicevo prima, oggi abbiamo dato dimostrazione di essere una vera squadra perchè io penso che la squadra importante si veda nei momenti di difficoltà; oggi l’abbiamo avuto complice la bravura dell’avversario ma noi siamo stati ancora più bravi perchè abbiamo saputo soffrire e stare bene lì ad aspettare il momento giusto è quando la partita ha capovolto l’inerzia siamo riusciti a portarci in vantaggio e vincere, quindi oggi oltre ad essere stati bravi abbiamo dato una dimostrazione di maturità.
Hai detto qualcosa a Giacomo che proprio oggi si è inventato un gol su calcio d’angolo dopo la tua perla del primo tempo?
Beh diciamo che era uno schema provato. Lui doveva tirare forte verso la porta e noi dovevamo essere bravi a far si che il portiere non uscisse in avanti. Lui ha disegnato questa parabola e quindi complimenti a Jack!
Come Massimo Palanca…
Ci auguriamo che ne faccia altri di questo genere.


CONDIVIDI
Vincenzo, classe 1998, amante del bel calcio e della Juve. Il mio preferito: Roberto Baggio, IL GIOCATORE.