L’amministratore delegato della Juventus Beppe Marotta attacca le nuove proprietà delle squadre milanesi di Serie A, ai microfoni de Il Giorno: Milano sparita fa un certo effetto, bisognerebbe difendere l’italianità“.

Juve ai cinesi? Io sono contrario, preferisco il Made in Italy, i proprietari con un nome e un cognome, i Moratti, i Fraizzoli, i Rizzoli, i Carraro, i Berlusconi e tuttavia questa è non solo la stagione della globalità ma anche di un’Italia non più votata all’imprenditoria, qui restano turismo e sport ed ecco allora arrivare i capitali esteri che vanno e vengono a seconda dei risultati, perché il mecenate non c’è più, c’è solo il business. Bisognerebbe cercare di difendere l’italianità: Milano sparita fa un certo effetto, come dicevo le grandi famiglie se ne sono andate facendo da apripista agli stranieri“.

In carriera non ha scelto mai un allenatore straniero… Da noi una squadra dev’essere gestita da chi comprende e si fa capire. Pensa a De Boer, un bravo tecnico, ma lì non si sono capiti“.

È lecito scandalizzarsi per le affermazioni di Capello sui due scudetti vinti e poi revocati? E dove li ha vinti? Sul campo! Ha detto una cosa sacrosanta“.

CONDIVIDI
Nato nel 96' nella città "Superba per uomini e per mura" il destino mi ha concesso di innamorarmi del calcio, e quindi del Genoa. Grande appassionato di sport in generale, studio Giurisprudenza all'università di Genova e provo a raccontare il calcio, una parola alla volta, un'emozione dopo l'altra.

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008