Siamo entrati negli ultimi giorni di calciomercato, il 31 agosto si avvicina sempre di più e per tante squadre è tempo di chiudere affari il prima possibile. E’ il caso anche della Juventus, che da mesi è sulle tracce di Keita e dopo aver strappato il sì del giocatore Marotta non è ancora riuscito ad ottenere il consenso di Lotito.

Parliamo ovviamente di questioni economiche, la situazione tra Lazio e Keita è ormai ai minimi termini e il presidente biancoceleste è a conoscenza della volontà del senegalese di cambiare aria. Il problema che blocca la Juve riguarda sempre le pretese di Lotito, che categoricamente ha espresso 30 milioni che però non sono ancora stati raggiunti dalla Juve con i suoi 15 milioni più bonus. Ieri le parole di Marotta durante la festa bianconera a Villar Perosa avevano fatto tremare i tifosi e dicendo “abbiamo fatto la nostra offerta e ci siamo ritirati” ha dato l’impressione di una trattativa bloccata e difficile da riaprire.

Parole che però non vanno lette con il vero significato perché Marotta, nonostante queste dichiarazioni, ha avuto un incontro con la società biancoceleste in occasione della Supercoppa di domenica scorsa dove ha ribadito la sua famosa offerta. La Juventus ha preso qualche giorno di pausa approfittandosi del caos in casa Lazio per invitare la squadra della Capitale ad abbassare il prezzo e rendere più facile la trattativa. Non è nemmeno da escludere un arrivo di Keita a costo zero durante la prossima estate ma, a prescindere se e quando si chiuderà l’affare, la Juve non ha di certo accantonato la trattativa.

CONDIVIDI
15/10/99 Redattore di Novantesimo