Un ottimo talento del nostro campionato è sicuramente Marko Pjaca, il suo agente Marko Naletelic ha parlato delle sue condizioni e del suo futuro ai microfoni di Tuttojuve.

Ha esordito così: “Il ragazzo è stato molto sfortunato con quei due infortuni che lo hanno fermato, purtroppo non ha avuto la possibilità di poter sfruttare al meglio le proprie capacità. E’ stata una stagione molto sfortunata. “Ha fatto vedere le sue potenzialità in alcune partite che ha giocato. Tutti lo considerano potenzialmente un grande giocatore, i numeri fatti lo dimostrano ampiamente. E’ un predestinato a giocare ad alti livelli. Sarà molto importante per il futuro della Juventus”.

Ora il ragazzo come sta? Si parla di ottobre come tempo di recupero. Ce lo puoi confermare?

“La terapia sta andando molto bene, i progressi si stanno vedendo. Non posso confermare ottobre come tempo di recupero, il dottor Mariani fa miracoli con i giocatori che opera e riesce a farli recuperare nel minor tempo possibile. Io sono del parere che sia meglio arrivare un mese dopo piuttosto che anticipare i tempi e avere la preoccupazione di poterti far male. L’importante è non pressarlo e non cercare di velocizzare il suo ritorno in campo”.

Secondo te, la sua assenza si è fatta sentire nelle ultime partite della Juventus?

“Secondo me sì, a Cardiff specialmente è mancato un giocatore come lui in panchina. La sua mancanza è stata uno dei punti deboli della Juventus. Anche se fosse partito dalla panchina, Marko è uno di quei giocatori che sa saltare l’uomo ed è mancato il suo talento contro il Real. Magari poteva fare il miracolo come contro il Porto. Sostituire Mandzukic? No, non parlo di ruolo. Quando hai lui in panchina hai diverse soluzioni, era il dodicesimo uomo di mister Allegri”.

Era riuscito a dare tutto il massimo nelle partite che ha disputato con questa maglia prima dell’infortunio?

“Assolutamente no, deve dare ancora di più. Deve completarsi, deve migliorare in difesa e nei meccanismi di squadra del mister. Penso che gli debba esser lasciata più creatività, è uno di quei giocatori che ha talento ed è capace di far male ad ogni difesa del mondo. E’ un ragazzo intelligente, ha forza nelle gambe, dribbling, tecnica e velocità. Non abbiamo potuto vedere la continuità di Marko per via dei continui infortuni”.

CONDIVIDI
Pasquale Rosolino, 92 d'annata. Editore di Novantesimo.com. Troppo malato di calcio, se non sto scrivendo ne sto parlando e se non ne sto parlando? Sto sognando! Editor per Visit Naples.

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008