Dopo il pareggio maturato nella sfida contro l’Olanda di Koeman, il neo ct della Nazionale italiana Roberto Mancini è intervenuto ai microfoni di Rai Sport per commentare la prestazione della selezione azzurra: “Dopo dieci giorni è difficile sviluppare concetti di gioco, sono state fatte cose buone come contro la Francia, questo è positivo. Dobbiamo iniziare a far giocare i giovani, queste partite servono soprattutto per loro, chi ha più esperienza va avanti, loro hanno bisogno di queste partite.”

“Era importante che i ragazzi si impegnassero, perché non è semplice dopo un anno faticoso. Ci hanno messo impegno e testa. C’è molto ottimismo, fa piacere che la gente abbia entusiasmo con una squadra così giovane”.

In chiusura, l’ex tecnico dell’Inter ha mostrato perplessità per il rosso diretto a Criscito: “Ho chiesto all’assistente se fosse sicuro dell’espulsione, era una partita amichevole, non so. È stata una leggerezza, eravamo un po’ affaticati, avevamo fatto gol, giocare in dieci diventava difficile.

CONDIVIDI
Guardo e studio il calcio da 20 anni con gli occhi di un bambino che vede Ronaldinho in azione per la prima volta.

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008