E’ un’Italia orgogliosa quella che nella “Dacia Arena” serve cinque sberle al Liechtenstein, in un impegno valido per le qualifiicazioni ai prossimi mondiali in Russia, con la sfida terminata dunque 5-0 a favore degli azzurri.

Come da copione, il primo tempo è completamente a tinte azzurre. L’inizio è grintoso e voglioso, ma piuttosto impreciso. Dopo le prime folate offensive, si comincia al 10′ con tiro fiacco di Immobile su suggerimento di Insigne. Il duo napoletano manda in scena il secondo atto al 16′, ancora una volta l’attaccante della Lazio spreca l’occasione. Continua l’assedio azzurro, ma regge il muro ospite che approfitta anche dell’imprecisione avversaria. Colpo di scena al 32′: tiro dalla distanza di Polverino che termina a lato di poco e Liechtenstein vicino alla rete del vantaggio. Al 36′ cambia il risultato: opera d’arte di Insigne che su assist di Spinazzola si alza la palla con un gran controllo, tiro al volo di destro e palla che scheggia sul palo prima di giungere in rete. Dopo la rete, nulle le occasioni create dagli azzurri: la prima frazione si chiude con il risultato di 1-0 a favore dell’Italia.

Seconda frazione che termina così com’era terminata la prima: improbabile assist di Candreva, che poteva tirare ma ha preferito il passaggio, per Belotti che però si fa respingere dalla retroguardia avversaria. Al 53′ raddoppio Italia: grande filtrante di uno scatenato Insigne, Belotti non può proprio sbagliare e insacca. Dopo due minuti si sfiora il terzo, con il palo di Immobile su assist di Candreva. Continua la pressione asfissiante dell’Italia che non lascia respiro agli avversari. Al 74′, dopo una rete annullata a Belotti un minuto prima, Eder sigla il 3-0 al termine di uno splendido dai e vai con l’attaccante del Torino. Al 79′ un altro neoentrato, Bernardeschi, si mette in mostra sfoderando una poderosa botta dalla distanza respinta dal portiere. Dopo quattro minuti, lo stesso Bernardeschi trova il 4-0: altra conclusione da fuori, stavolta però Jehle è impreciso e si fa sorprendere. Al 91′ arriva anche il pokerissimo firmato Gabbiadini: Insigne serve Spinazzola, il quale apparecchia per l’attaccante del Southampton che insacca in scioltezza. La partita finisce 5-0 a favore degli azzurri.

Con questa vittoria l’Italia resta a pari punti con la Spagna in testa al girone, ma con le furie rosse avanti per la differenza reti, in attesa dell’atteso scontro diretto che si svolgerà nel mese di settembre.

 

ITALIA (4-2-4): Buffon 6; Darmian 6.5, Barzagli 6, Chiellini 6, Spinazzola 6.5; Pellegrini 6, De Rossi 6.5; Candreva 5 (60′ Bernardeschi 7), Belotti 7 (75′ Gabbiadini 6.5), Immobile 5.5 (67′ Eder 6.5), Insigne 7.5. All. Ventura 7

LIECHTENSTEIN (4-1-4-1) Jehle 5.5; Rechsteiner 5.5, Malin 5, Gubser 5, Goppel 5.5; Polverino 6.5; Salanovic 6, Hasler 6, Buchel 5.5, Burgmeier 5.5; Frick 5.5. All. Pauritsch 6

Arbitro: Kevin Clancy (Scozia)
Marcatori: Insigne (I), Belotti (I), Eder (I), Bernardeschi (I), Gabbiadini (I)
Ammoniti: Polverino (L)
Espulsi: –

TOP: Insigne 7.5 – Il folletto azzurro è totalmente indiavolato: una rete mozzafiatante e un pregevole assist che certificano il suo incredibile stato di forma.
FLOP: Candreva 5 – Non vogliamo infierire tra le fila dei calciatori del Liechtenstein, dunque troviamo la macchia tra quelle azzurre con l’esterno dell’Inter: per lui discorso opposto a quello di Insigne, con una prestazione simbolo della stagione appena terminata. 

CONDIVIDI
Classe 1998, studio Lettere Moderne. Da sempre dipendente dal calcio e dall'Inter.

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008