ItaliaCercaGoal #2 – Corsa ad Euro2020: bomber costanti e usato sicuro

Rieccoci con il secondo e ultimo episodio per l’approfondimento degli attaccanti italiani della Serie A che partono dalle retrovie per conquistare la maglia della Nazionale a Euro2020. Dopo aver presentato i centravanti alle prese tra riscatti personali e annate deludenti, adesso è il turno di chi arriva da stagioni felici e parte in vantaggio statisticamente parlando ma non solo.

Genova in goal con 16 anni di differenza

Nella Genova della Sampdoria di Quagliarella, anch’esso in goal e tornato in Nazionale in occasione della sfida contro il Liechtenstein dopo aver riconquistato l’Italia grazie a 26 goal la scorsa stagione e il titolo di capocannoniere, c’è anche il grifone del Genoa che ha investito tanto su Pinamonti. L’ex Inter, classe 1999, ha disputato una buona stagione al Frosinone con 5 goal in 25 match ed è pronto al grande salto sfruttando il lavoro da seconda punta di Kouamé e raccogliendo la pesante eredità lasciata dal Piatek.

I goal salvezza dall’Emilia-Romagna alla Sardegna

Autore di un grande calciomercato, il Cagliari ha speso parecchio cambiando radicalmente la squadra ma in attacco non si discute Leonardo Pavoletti. Il numero trenta dei sardi, miglior colpitore di testa del campionato, ha siglato 27 goal in 65 partite in due anni guadagnando anche la Nazionale, seppur per meno di venti minuti, decisamente troppo poco per uno dei centravanti più prolifici d’Italia. Nonostante quel solo spezzone di partita, l’ex Genoa ha lasciato il proprio segno nella goleada per 6-0 contro il Liechtenstein, lanciando un segnale forte e chiaro a Mancini.

Storia differente per Roberto Inglese, attuale bomber del Parma che ha sfiorato la doppia cifra la scorsa stagione fornendo anche un ottimo lavoro per i compagni dopo essere maturato e cresciuto in virtù dei tre anni vissuti a Verona, sponda Chievo. Bobby English, come lo soprannominano i tifosi crociati, non ha ancora vestito la sacra maglia azzurra ma è tra i palpabili vista la costanza nel finalizzare e un passato da goleador tra il Bentegodi e l’Ennio Tardini.

Criticato spesso per i pochi goal realizzati in carriera, Petagna quest’anno ha risposto con 16 reti su 36 incontri nella sua nuova avventura alla SPAL. A Ferrara ha migliorato la mira rispetto a Bergamo e ora è chiamato a replicare la grande annata per aspirare, oltre ad una possibile big, anche la Nazionale.

Concludiamo il nostro viaggio verso Euro2020 continuando in Emilia-Romagna dov’è scoppiata la “Caputo-mania” dopo aver coccolato Boateng anche solo per sei mesi. L’attaccante ha vissuto un periodo d’oro ad Empoli mettendo a referto 16 goal in 38 presenze in campionato conclusa però con la retrocessione dei toscani. All’alba dei suoi 32 anni, il bomber di Altamura potrà sfruttare il gioco offensivo di De Zerbi al Sassuolo per occupare uno slot ad Euro2020.

CONDIVIDI

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008