Italia U21, Di Biagio: “La mia esperienza finisce qui, ma non è stato un fallimento”

luigi di biagio

Dopo la tanta amarezza per l’eliminazione ai gironi dell’Europeo, Luigi Di Biagio si è dimesso da CT dell’Italia Under 21. A conferma, l’ex giocatore di Inter e Roma ha indetto una conferenza stampa per annunciare le ragioni che lo hanno spinto all’addio.

Ecco di seguito le sue parole, riportare da Il Corriere dello Sport: “Dal primo luglio non sarò più allenatore. La mia esperienza finisce qui. Ringrazio tutti, da Sacchi, Abete, a Viscidi, che mi ha dato l’opportunità di crescere e fare una bella esperienza.

In senso assoluto ho fatto un ottimo lavoro se l’obiettivo era rilanciare il calcio italiano e competere con le massime squadre europee, con tanti ragazzi che vanno in nazionale A. Poi ci sono le note dolenti, che sono quelle dell’Europeo. Non posso essere contento ma non è stato un fallimento“.

Sul girone appena disputato: “Mi fa piacere che si dica che per tre partite l’Italia ha giocato bene, che ha fatto più tiri in porta di tutti e subito meno tiri. Nella mia esperienza, per l’80% delle partite abbiamo giocato meglio degli altri. E quando si dice che non giochiamo a calcio, che non corriamo e che il nostro calcio non ha un senso logico, si è in malafede.

Sicuramente richiamerei i sei arrivati dalla Nazionale A, anche se non erano al meglio e hanno dovuto fare allenamenti specifici. Inoltre ho prestato all’under 20 qualche giocatore che purtroppo non è tornato. Abbiamo 50 giocatori tra under 19, 20 e 21 e abbiamo ottenuto ottimi risultati“. 

CONDIVIDI
Classe 1998, studio Lettere Moderne. Da sempre dipendente dal calcio e dall'Inter.

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008