Eder Citadin Martins, man of the match della gara con l’Udinese con 2 gol ed un assist nel 5-2 finale, ha parlato ai microfoni di Inter Channel al termine della partita:

“Il calcio è così. Al di là dei gol, dovevamo finire questo campionato con grinta. Vecchi è stato bravo, chiedendoci di dare il massimo. Almeno abbiamo finito con qualche spunto da cui ripartire. Dovremo migliorare molto, non si può più sbagliare”.

In quale ruolo ti trovi meglio?
“Il mio ruolo principale è di seconda punta, ma col 4-2-3-1 parto più da esterno. Al di là di questo, è tutto l’anno che mi sentivo bene, non ho mai saltato un allenamento. Ma per come è andata la stagione, anche i 10 gol contano poco”.

C’è stato il saluto a Palacio.
“Mi ha insegnato molto. Ha dato sempre il massimo, mai saltato un allenamento. Sono questi i giocatori sui quali si può costruire un gruppo vincente. E’ stato un esempio per tutti noi. Come ha detto lui, qui ha trovato una famiglia difficile da lasciare. Ma il calcio è questo”.

CONDIVIDI
Ragazzo del '99, amo il calcio, argomento di cui parlerei tutto il giorno se fosse possibile. Diplomato al Liceo Linguistico, attualmente studio Economia e Management ed il mio sogno, dopo aver viaggiato qualche anno all'estero, sarebbe lavorare e vivere quotidianamente nel mondo del pallone.

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008