Con tanta, tanta sofferenza l’Inter batte la Spal 2-0 in virtù delle reti di Mauro Icardi e di Ivan Perisic e vola al primo posto a pari punti con la Juventus. Per usare un eufemismo, la Spal non ha affatto sfigurato al ritorno a “San Siro” dopo decenni e decenni, giocando per lunghi tratti anche meglio della squadra di casa.

Inizia subito forte l’Inter che prova subito a schiacciare la Spal nella proprio area attraverso un palleggio veloce e un pressing costante. La prima occasione arriva al 5′ con Gagliardini: l’ex centrocampista dell’Atalanta scaglia una saetta dalla trequarti che finisce di poco a lato. Dopo tre minuti rispondono gli estensi: dopo una lunga rimessa laterale la palla finisce a Paloschi che devia trovando però Miranda, palla in corner. Al 14′ altra occasione Inter, un altro tiro di Gagliardini, una fotocopia del precedente.
Episodio del match al 23′: grande azione targata Icardi-Joao Mario, Vicari atterra il portoghese in posizione dubbia, l’arbitro assegna inizialmente punizione ma decide di consultarsi con il VAR. Dopo un’attesa pari a cinque minuti, Gavillucci concede il rigore ai nerazzurri: dal dischetto va Icardi che spiazza Gomis e insacca.
Al 35′ grandissima parata di Gomis che tocca con la punta delle dita un bolide dalla distanza di Candreva sul secondo palo a incrociare. Clamorosa chance per la Spal allo scadere della frazione di gioco: Schiattarella serve Paloschi in area che a tu per tu con Handanovic cicca il pallone e la spedisce fuori. Il primo tempo si chiude sull’1-0 per l’Inter.

Partita che inizia a ritmi più lenti rispetto alla prima frazione di gioco, che sembra molto più combattuta. Al 49′ ci prova Perisic dopo una bellissima azione sulla destra, ma spara alle stelle. Occasionissima Spal al 65′ con Salamon: punizione insidiosa di Viviani, stacca il polacco che va a un soffio dalla rete. Dopo nove minuti risponde l’Inter in modo sorprendente: progressione di Skriniar che improvvisa un bolide che scheggia l’incrocio dei pali per poi schizzare via. Cross sulla destra di D’Ambrosio, colpo di testa innocuo di Icardi che trova Gomis. All’87’ l’Inter chiude il match: altro cross perfetto di D’Ambrosio, Perisic al volo scaraventa un pallone che accarezza la traversa ed entra in rete. Il croato festeggia nel migliore dei modi il rinnovo arrivato pochi giorni fa. Al 90′ ci prova il neo-entrato Eder di testa, ma la palla va a lato.

Con questa vittoria l’Inter sale a quota 9 punti, a punteggio pieno dopo le vittorie contro Fiorentina e Roma. La Spal resta stabile a quota 4, in virtù del pareggio contro la Lazio e la vittoria contro l’Udinese.

INTER (4-2-3-1): Handanovic 6; D’Ambrosio 6.5, Skriniar 7, Miranda 6.5, Dalbert 5.5; Borja Valero 6 (78′ Vecino), Gagliardini 6.5; Candreva 6, Joao Mario 6 (66′ Brozovic 5.5), Perisic 7; Icardi 6.5. All. Spalletti

SPAL (3-5-2): A. Gomis 7; Salamon 6, Vicari 5.5, Vaisanen 5.5; Lazzari 6.5, Schiattarella 6, Viviani 6 (85′ Bonazzoli SV), Mora 5.5 (78′ Grassi), Costa 5.5; Paloschi 5 (65′ Antenucci 6), Borriello 6. All. Semplici

Arbitro: Gavillucci (sez. Latina)

Marcatori: Icardi (I)
Ammoniti: Vicari (S), D’Ambrosio (I), Mora (S), Gagliardini (I)
Espulsi: –

TOP: Perisic 7 – Prestazione di sacrificio e tanta, tanta corsa, seppur con qualche imprecisione in avanti. Il gol decisivo ai fini del match vale il prezzo del biglietto. 

FLOP: Paloschi 5 – E’ forse l’uomo più pericoloso della squadra, ma pecca troppo davanti ad Handanovic. Incredibile l’errore allo scadere del primo tempo. Lontani i tempi di Chievo.
APRI un CONTO con bet365 e RICEVI IL SUPERBONUS per i nuovi giocatori del 100%.

CONDIVIDI
Classe 1998, studio Lettere Moderne. Da sempre dipendente dal calcio e dall'Inter.

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008