#InterSampdoria, Giampaolo: “Potevamo pareggiare”

Marco Giampaolo

Non è riuscita a centrare la terza vittoria consecutiva la Sampdoria di Giampaolo, fermata stasera a San Siro dall’Inter.

ll tecnico blucerchiato, intervistato da Sky Sport, ha analizzato la gara. Queste le sue parole:

Anche a detta dell’Inter abbiamo fatto il migliori primo tempo degli ultimi 4-5 anni, magari esagerano ma contenuti quest squadra ne ha. Abbiamo fatto errori nelle transizioni concedendo ripartenze all’Inter e arretrando, e non abbiamo attivato il collettivo. Dobbiamo recuperare palla vicino la porta e fare pressione davanti. Non siamo stati bravi a farlo merito anche dell’Inter che ha giocato bene, con forza. Poi la partita si è aperta, abbiamo agito con velocità, l’Inter è calata e alzando il pressing abbiamo recuperato più palloni. Poteva scapparci anche il clamoroso 3-3, l’Inter si è spaventata. Stavamo giocando con principi che non ci appartenevano, che non dobbiamo mai abbandonare, ma poi ho visto la Samp che piace a me e che mi dà soddisfazione.

Non siamo partiti male, abbiamo concesso troppo a volte, piccole cose che poi spostano l’inerzia della partita ma sommati danno fiducia all’avversario e determinano i risultati. I tre davanti sono determinanti per noi, se si muovono bene fanno la differenza. Zapata è arrivato da poco, devono ancora capire alcune cose, ma se vogliamo giocare così devono muoversi come dico. Skriniar? Mi ha regalato la maglia e merita la chiamata dell’Inter. E’ un ragazzo silenzioso, umile, uno che ‘senti’ anche se non parla”.

Guarda Anche...

CONDIVIDI