Ecco a seguire la conferenza stampa di Maurizio Sarri, allenatore del Napoli, riportata da tuttomercatoweb.com:

La difesa questa sera ha fornito risposte importanti, con un Insigne super in attacco:
“Sono molto soddisfatto per quanto hanno fatto i ragazzi nell’arco di tutti i 90′. Stasera non siamo calati dal punto di vista della concentrazione, al netto delle qualità dell’Inter. L’unica critica che posso muovere ai miei è non aver chiuso la partita. Voglio inoltre aggiungere che il Napoli non ha mai vinto 11 partite in trasferta nella propria storia”.

L’allenatore analizza la prova di alcuna singoli:
“Hamsik ha accusato un problema al polpaccio. Ho deciso di inserire Rog per via dello spazio che avrebbe lasciato l’Inter cercando di ripartire. Poi anche Allan ha fatto molto bene. In questo momento ho la sensazione che tutti i centrocampisti siano in grado di giocare. Poi Marek è un fuoriclasse, quindi avrà più spazio di altri”.

Come giudica la vostra stagione finora?
“È difficile rispondere a questa domanda senza arrabbiarsi… L’Inter ha un budget nettamente superiore al nostro, ma è nettamente dietro in classifica. Perché certe domande vengono poste solo a noi?”.

Il Napoli merita il secondo posto?
“Dipende anche dalla Roma, siamo nelle loro mani. Noi possiamo solo vincere cercando di raccogliere più punti possibili, sperando in qualche passo falso dei giallorossi. C’è differenza tra il primo e il secondo posto, senza dimenticare il preliminare. Ma un punto in più o in meno non cambia la mia valutazione, il nostro campionato è positivo e abbiamo l’obbligo di chiudere al meglio. La Juventus è avanti, c’è un pizzico di rabbia per quei 30 secondi di Torino… Abbiamo una grande media punti, nel girone di ritorno abbiamo mantenuto un rendimento pari a quello dei bianconeri. Poi non mi spiego il fatto che a noi venga chiesto di più rispetto a quei club che hanno disponibilità molto più importanti rispetto alle nostre. Forse noi non siamo ancora una grande squadra in tutto, non siamo riusciti a conquistare tutti i punti che avremmo potuto portare a casa”.

Confermando questo organico, dove immagina questo Napoli in vista della prossima stagione?
“Non saprei, ma per migliorarlo servirebbe acquistare giocatori da 80 milioni di euro. E non penso sia possibile”.

CONDIVIDI
Giornalista pubblicista dal 2017, tifoso del Milan dal 1996. Nato a Catania, studia giurisprudenza e ama scrivere di calcio ed attualità. Ha pubblicato un libro dal titolo "CircoStanze" con la casa editrice "Prova d'Autore".

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008