La gara tra Inter e Genoa, valida per il 6° turno della Serie A, è terminata sul risultato di 1-0: decisivo il gol di D’Ambrosio all’88’.

L’Inter comincia subito forte, insidiando la porta di Perin già dopo 24 secondi con la girata di Perisic su cross di Candreva che termina alta. Nei successivi venti minuti però la squadra di Spalletti non riesce a mantenere il ritmo tenuto in avvio, rischiando anzi di capitolare al 25′, quando Icardi è costretto ad una chiusura straordinaria per togliere a Rosi la palla del vantaggio. L’occasione costruita dà fiducia agli uomini di Juric, che successivamente vanno vicini al gol con un’incornata di Pellegri al 39′ di poco larga e con un bel tiro al 43′ di Taarabt respinto da Handanovic. Il pericolo più grande del primo tempo viene però creato al 45′ da Brozovic, che colpice il palo calciando dal limite dell’area. Le due squadre vanno così a riposo sul risultato di 0-0.

Nella ripresa, dopo un pericolo corso all’inizio con il tiro di Laxalt che termina di poco alto, l’Inter alza il proprio baricentro per provare a mettere in difficoltà un ottimo Genoa. I nerazzurri però non riescono a rendersi pericolosi e Spalletti decide di inserire tre giocatori offensivi (Eder, Karamoh e Joao Mario) al posto degli spenti Candreva, Borja Valero e Brozovic. I cambi svegliano i padroni di casa, che costringono gli ospiti a rintanarsi dietro e provano ad impensierire Perin con i tiri di Brozovic ed Eder, ben contrastati però dal portiere della Nazionale. Dopo l’occasione creata dai rossoblù al 79′, con Omeonga che tira addosso ad Handanovic da dentro l’area, i meneghini riescono finalmente a trovare il vantaggio all’88’: D’Ambrosio svetta di testa sul corner di Joao Mario e regala i tre punti a Spalletti. Nel finale si fanno espellere Omeonga per fallo da ultimo uomo e Taarabt per un tackle durissimo su Karamoh, entrato benissimo in partita. A San Siro termina così 1-0: l’Inter vola al terzo posto a quota 16 punti, il Genoa resta fermo a 2.

INTER (4-2-3-1): Handanovic 6,5; D’Ambrosio 7, Skriniar 6,5, Miranda 6, Dalbert 5; Borja Valero 5,5 (dal 72′ Karamoh 6,5), Vecino 6; Candreva 5,5 (dal 60′ Eder 6,5), Brozovic 6 (dall’81’ Joao Mario 6), Perisic 6,5; Icardi 6,5. A disp.: Padelli, Berni, Ranocchia, Vanheusden,  Santon, Nagatomo, Gagliardini, Pinamonti. All. Spalletti.

GENOA (3-4-2-1): Perin 6,5; Biraschi 6, Rossettini 6,5, Zukanovic 6; Rosi 6,5, Cofie 6, Miguel Veloso 6,5 (dal 79′ L. Rigoni s.v.), Laxalt 6 (dal 53′ Migliore 6); Omeonga 6,5, Taarabt 6; Pellegri 6 (dal 74′ Pandev 6). A disp.: Lamanna, Gentiletti, Lazovic, Brlek, Ricci, Palladino, Salcedo, Centurion, Galabinov. All. Juric.

ARBITRO: Guida di Torre Annunziata

MARCATORI: D’Ambrosio all’88’

AMMONITI: Migliore all’83’, Zukanovic al 93′

ESPULSI: Omeonga al 90′ per fallo da ultimo uomo, Taarabt al 93′ per gioco violento

NOTE: nessun minuto di recupero nel primo tempo, 4 minuti nel secondo tempo.

TOP NOVANTESIMO: D’Ambrosio 7 Risolve una partita da 0-0 con un gran colpo di testa su corner: buona prova, soffre meno che il compagno Dalbert a sinistra

FLOP NOVANTESIMO: Dalbert 5 Fatica molto a contenere un Omeonga fuori ruolo, in difficoltà nei tempi d’intervento e di gioco

CONDIVIDI
Ragazzo del '99, amo il calcio, argomento di cui parlerei tutto il giorno se fosse possibile. Diplomato al Liceo Linguistico, attualmente studio Economia e Management ed il mio sogno, dopo aver viaggiato qualche anno all'estero, sarebbe lavorare e vivere quotidianamente nel mondo del pallone.

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008