Inter, Vecino esclama: “Avevamo perso certezze”

Vecino

La vittoria maturata in casa contro l’Hellas Verona ah riportato in casa Inter una ventata di entusiasmo, soprattutto in vista del derby.

Matias Vecino, centrocampista nerazzurro, attraverso un’intervista rilasciata a Il Giornale ha voluto analizzare i motivi che hanno portato la squadra allenata da Luciano Spalletti a vivere un momento in stand-by.

Perché l’Inter è uscita dalla crisi… 
“La squadra ha ritrovato consapevolezza e fiducia e quando è così anche la fortuna torna a girare dalla tua parte”.

Cosa è successo in quei due mesi di blackout? 
“Si è abbassato il livello. Ci sono mancate certezze e quando è così è difficile uscirne e non capisci neanche perché ci sei dentro. Anche se ti alleni bene e ti impegni non riesci a mettere le cose in campo e ti gira tutto storto”.

Si è parlato di divisioni, di clan, di litigi… 
“Tutte balle che escono quando le cose vanno male. È normale che ci siano gruppi, io parlo di più coi sudamericani per questione di lingua. Ma siamo molto uniti. Quando va male si cominciano a cercare cose fuori dal calcio ma sono solo voci”.

 

CONDIVIDI
Classe 1994, studia Scienze Politiche e Relazioni Internazionali. Sabino di nascita e napoletano di adozione, coltivo la passione per il calcio e per la scrittura tanto da analizzare tutto ciò che ruota intorno a tale sport. Obiettivi futuri? Descrivere un calcio che unisce e da speranza a tutte le persone, senza differenze tra colori e categorie.