Luciano Spalletti, allenatore dell’Inter, ha parlato ai microfoni di Inter TV della sconfitta contro il Sassuolo.

Queste le sue parole riportate da tuttomercatoweb.com: “E’ un momento in cui non riusciamo a portare a casa quello che creiamo mentre gli altri prendono il meglio di quello che lasciamo. Bisogna lavorare bene, mantenere lucidità, avere la personalità per reagire. Serietà, professionalità e lavoro.

Iachini era un calciatore furbo, si metteva davanti la difesa e manovrava la squadra. Ci vuole un po’ più di qualità contro questi allenatori o se li fai mettere a posto in un campo dove la palla viaggia più lentamente, metti in evidenza le qualità degli altri, molto fisici, ed esce fuori questo risultato non frutto di una cattiva prestazione.

Siamo a un punto dove qualcosa va cambiato, c’erano delle certezze e qualcuno andava fatto sentire più importante, ora se qualcuno non regge questo livello va messo in discussione. Qualcuno ha subito qualche flessione e va allargata a tutta la rosa un’eventuale scelta dell’allenatore”.

CONDIVIDI
Giornalista pubblicista dal 2017, tifoso del Milan dal 1996. Nato a Catania, nel 2021 si laurea in giurisprudenza. Ama scrivere di calcio ed attualità. Ha pubblicato un libro dal titolo "CircoStanze" con la casa editrice "Prova d'Autore". Attualmente frequenta un master presso la 24OreBusinessSchool.