Ogni tanto queste cose succedono: non tanto gli esoneri, quanto le dichiarazioni di parenti, amici, congiunti ed amici che vanno a girare il coltello nella piaga. Ronald De Boer, fratello dell’ex tecnico dell’Inter si è dichiarato incredulo di quanto presto – più che del ‘come’ – sia finita l’esperienza di Frank a Milano.

Il consanguigno dell’ex allenatore interista intercettato da alcuni media inglesi durante il torneo di golf “Icons of football” si è lasciato sfuggire delle dichiarazioni sull’esperienza milanese del fratello: “Non ha mai lavorato tanto duramente nella sua vita come a Milano. Arrivava al campo alle 7.30 ogni mattina, per poi andare via alle 19.30“.

Roland con queste parole sembra quasi voler instaurare un senso di colpa nella dirigenza nerazzurra: “Ha imparato la lingua in sei settimane, per poi essere licenziato dopo 85 giorni. E’ stato doloroso. Durante la sua gestione l’Inter ha battuto la Juventus dopo cinque anni“, imputando alla sfortuna la disavventura del povero Frank.

CONDIVIDI
Nasce a Roma nel 1991. Appassionato di parole, in qualsiasi forma o attraverso qualsiasi mezzo di trasmissione.

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008