Sandro Mazzola, leggenda del calcio italiano e dell’Inter, ha rilasciato una lunga intervistaa 360 gradi a Il Mattino, in vista del match di stasera tra i neroazzurri ed il Napoli.

“Azzurri favoriti? Beh, ormai ce ne siamo dimenticati di quando eravamo noi quelli più forti di tutti, sono passati tanti anni… Però se arriva Messi… Guardate, questi qui hanno davvero la forza per prendere quello che vogliono, pure la Pulce. Ma dovrebbero augurarselo tutti, quando arrivano fuoriclasse come lui c’è solo da far festa: ora in serie A c’è una noia assurda, se non ci fosse il Napoli di Sarri si farebbe fatica a divertirsi”.

Sugli azzurri: “Il Napoli è una garanzia, è una squadra che pensa a far gol, ad attaccare. Ti metti davanti alla tv e sai che lo spettacolo non mancherà. Al contrario di altre formazioni che sono quasi sempre un pianto. Chi vince? Per principio, non posso che dire Inter: ma quel Lorenzo lì può regalare un po’di dispiaceri ai nerazzurri. Quando Insigne fa certe giocate mi ricorda un certo Sandro Mazzola. È un campione vero, ha personalità, estro. Non ha paura di nulla né in campo né fuori. Proprio come me. Gli auguro di essere amato come lo è stato Juliano dai napoletani”.

Sulla crisi dei neroazzurri: “Dicono che sia la stanchezza. Ma quando vedo certi crolli, penso alla testa che va ko. I leader, se ci sono, devono prendersi la squadra sulle spalle. Facile prendersela solo e sempre con Pioli che a mio avviso va confermato. Semmai va cacciato qualcuno non degno di questa maglia. Simeone? Il livello salirebbe molto, lo scenario cambierebbe. Ma io andrei avanti con Pioli. Sarri? Lo prenderei di corsa: mi ricorda Helenio Herrera. Cinesi? Una volta, forse due, mi hanno chiamato. Non so manco chi per la precisione. Ma non mi importa”.

CONDIVIDI

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008