Inter, Mourinho: “Il mio nome è lì, nella storia di un club che porto nel cuore, questo per me è un orgoglio fantastico”

José Mourinho e l’Inter è un connubio che difficilmente i tifosi interisti potranno mai scordarsi. L’allenatore portoghese ha infatti scritto pagine importanti della storia del club vincendo il famoso triplete nel 2010, essendo l’unico club italiano a riuscire in una tale impresa. Nell’intervista rilasciata dalla Special One alla Domenica Sportiva, il tecnico portoghese ha proprio voluto parlare della sua storia d’amore con l’Inter. Questa una parte dell’intervista di Aurelio Capaldi che andrà in onda in versione integrale questa sera alle 23:00 su Rai 2.

“Il mio nome è lì, nella storia di un club che porto nel cuore, questo per me è un orgoglio fantastico. Però una storia bellissima prima di noi, dopo di noi, questi anni senza titoli sono anni di transizione che bisogna accettare con tranquillità e speranza, ma l’Inter sarà sempre l’Inter. Fa soffrire non vederla vincere? Un po’ sì, ma sono sempre lì a seguire i loro risultati e per esperienza questo è solo un momento di transizione, non si può vincere sempre, anche alla Juve arriverà il momento e smetteranno di vincere.” 

Guarda Anche...

CONDIVIDI