Rimane una situazione complicata in casa Inter per quanto riguarda la difesa, in particolare nel suolo di centrale.

Spalletti si ritrova infatti con gli uomini contati e, al di là dei due titolari, Miranda Skriniar, nel ruolo di centrali non ci sono altri che il giovane VanheusdenRanocchia.  Quest’ultimo era pronto a cambiare aria, magari provando a tornare in Premier League, dove si era messo in evidenza all’Hull City. Ma nonostante la volontà del calciatore visto anche il brutto rapporto con i tifosi nerazzurri alla fine Spalletti è riuscito a convincerlo a rimanere.

Inter con gli uomini contati dunque, in attesa di capire quali saranno gli effettivi tempi di recupero di Vanheusden. Impensabile però che, al di là delle tempistiche del classe ’99, l’Inter resti ferma durante la sessione di calciomercato invernale. Occorre completare la rosa e Ausilio e Sabatini sono già al lavoro per valutare svariati profili.

Non mancano le critiche al gioco proposto per ora da Spalletti, che sta lavorando prima di tutto sulla compattezza del gruppo che sul bel gioco. Ci sarà tempo per vedere una bella Inter, che per ora, nonostante i pochi uomini a disposizione, si garantisce la miglior difesa del campionato. Due gol subiti in sei partite per i nerazzurri, le cui statistiche sono rassicuranti. Per dare maggiori garanzie a Spalletti però si valutano diversi profili e uno molto papabile è quello di Issa Diop.

Il centrale francese del Tolosa garantirebbe un’ottima alternativa, con il suo fisico imponente e la giovane età (20 anni). Un tipo di investimento che piace ai nerazzurri, come evidenziato dall’affare Karamoh. Suning guarda al futuro, con giovani talenti che potrebbero garantire anche ottime plusvalenze. Diop è stato seguito a lungo in estate, e a gennaio potrebbe essere effettuato il decisivo assalto.

CONDIVIDI
Di Catania, appassionato di calcio a livello internazionale ma interessato a tutti gli sport, passione per il giornalismo sportivo.