La stagione dell’Inter è un disastro su tutta la linea. I risultati del campo decretano che l’annata 2016-17 sia una delle più tristi nella storia del club nerazzurro. Stando a quanto riportato da calciomercato.com, guardando al di là della dimensione agonistica che ci s’imbatte nei dati più sconcertanti. In particolare, la gestione del calciomercato lascia frastornati, e non soltanto per quello che riguarda la scelta dei calciatori. C’è infatti un dossier molto meno mediatico, ma certamente più significativo, che riguarda le spese per commissioni e intermediazioni. Un’incredibile quantità di denaro finito nelle tasche di mediatori, per cifre che arrivano a toccare i 4,5 milioni di euro su una singola intermediazione. Calciomercato.com è entrato in possesso di documenti che descrivono questo allegro fiume di soldi, e li pubblicherà in questi giorni. E dovendo partire da un caso che sia più degli altri significativo, non si può che tirare in ballo il più discusso flop della stagione interista: Gabigol.
Sul fatto che il brasiliano debba essere considerato un fallimento della campagna acquisti nerazzurra, la tifoseria continua a dividersi perché molti sostengono che il ragazzo abbia avuto poche chance per dimostrare il proprio valore. Ma è proprio sul concetto di valore che bisogna riflettere. Quello tecnico è ancora tutto da vedere. Ma anche quello economico va illustrato per bene. L’acquisizione del calciatore è costata circa 30 milioni. Che soltanto in parte vanno al Santos, proprietario di nulla più che il 40% dei diritti economici del calciatore. Il restante 60% è suddiviso fra il calciatore stesso (40%) e Doyen Sports Investments (20%). E riguardo al 40% di proprietà del calciatore, ci si potrebbe fare qualche domanda. C’è poi lo stipendio da top player riconosciuto a Gabigol, ciò che ha provocato forti malumori nello spogliatoio interista. Si tratta di 30 milioni lordi spalmati su cinque anni, ciò che significa 6 milioni lordi all’anno.
Dunque si parla di un’operazione da 60 milioni fra acquisizione e salario. Vi sembra che si già abbastanza? Purtroppo non lo è, perché a questa (spropositata) cifra va aggiunto il costo dell’intermediazione. Che come mostra il documento riportato in esclusiva da Calciomercato.com è di 4 milioni. Sì, avete letto bene: quattro milioni di euro, oltre il 13% sul valore dell’acquisizione del calciatore. A portare quel denaro a casa è un agente brasiliano che risponde al nome di Giuliano Pacheco Bertolucci, titolare della Bertolucci Assessoria e Propaganda, nonché uno degli oligopolisti che si spartiscono il mercato brasiliano dei calciatori.

 

 

CONDIVIDI
Amante di Inter e del calcio in tutte le sue forme, Classe 1995, redattore di Novantesimo. Come la squadra che ama, si sente un po' pazzo anche lui a volte. Telecronista per Sportube e Helpdesk per BonelliErede. Hobby? Videogiochi, serie tv e libri.

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008