Attraverso un reportage della CCTV, televisione di stato cinese, sugli investimenti all’estero, anche nel mondo del calcio, sono state avanzate domande sull’acquisizione dell’Inter da parte del gruppo Suning evidenziando dei dubbi sull’opportunità dell’effettuare un tale affare da una società che negli ultimi cinque anni ha accumulato debiti per quasi 300 milioni di euro.

In merito è intervenuto Yin Zhongli, membro dell’Accademia Cinese delle Scienze Sociali, che  ha detto:

“Ci sono molte compagnie che hanno già grossi debiti interni, per cui spendono abbondantemente con prestiti bancari all’estero. Penso che molte di queste operazioni oltre confine abbiano poche opportunità di generare flussi di cassa, quindi non posso escludere l’ipotesi di riciclaggio”

CONDIVIDI

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008